Ragazzo scomparso, la madre: “Aiutateci a trovarlo”

Marcello Volpe è uscito da casa, nella zona della fiera del Mediterraneo, intorno alle 8 di martedì mattina. Da allora si sono perse le sue tracce. "Aveva 500 euro, temo possa essere stato aggredito"

Ormai non ha più notizie di suo figlio da quattro giorni. “Per favore, aiutateci a ritrovarlo”. Questo l’appello disperato lanciato da Laura Zarcone, la mamma di Marcello Volpe, lo studente scomparso dal 12 luglio, giorno del suo ventesimo compleanno. Il ragazzo è uscito dalla casa di via Aloisio Juvara,  nella zona della Fiera del Mediterraneo, intorno alle 8 di martedì mattina dicendo al fratello che sarebbe andato da un ebanista e che sarebbe stato di ritorno dopo un paio d’ore. Ma da allora si sono perse le sue tracce.

I genitori hanno subito lanciato l’allarme, ma la denuncia alla polizia è stata presentata solo dopo 48 ore come prevede la legge. Marcello è alto circa un metro e 75, longilineo, capelli e occhi castani, segni di acne giovanile sulle guance, al momento della scomparsa indossava jeans, maglietta probabilmente scura e un paio di scarpe da ginnastica Nike, rosse con disegni bianchi e neri. Non ha portato con sé alcun documento di riconoscimento e il suo cellulare risulta irraggiungibile.

“Mio figlio aveva nel portafogli cinquecento euro -dice la madre tra le lacrime - e temo che possa essere rapinato e aggredito”. Lancia quindi un appello ai commercianti del centro di “visionare le telecamere a circuito chiuso per controllare se risulta dalle immagini”. Per eventuali segnalazioni è possibile chiamare il numero di cellulare 3204319448.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento