Dell'Utri, anche la Corte di Strasburgo dice "No" alla sospensione della pena

La Corte europea dei diritti umani ha respinto la richiesta presentata dai difensori dell'ex senatore di Forza Italia, Alessandro De Federicis e Simona Filippi, per motivi di salute

Marcello Dell'Utri

"Niente sospensione della pena" per Marcello Dell'Utri. Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani. La richiesta era stata avanzata dai difensori dell'ex senatore di Forza Italia per motivi di salute. La decisione, secondo quanto si legge sul sito dell'Ansa, è stata presa il 29 marzo scorso, ma è stata resa nota solo oggi. 

Dell’Utri, condannato a 7 anni per concorso in associazione mafiosa con sentenza ormai definitiva, è affetto da una cardiopatia e da un tumore maligno alla prostata. Da mesi i difensori Alessandro De Federicis e Simona Filippi denunciano le condizioni di salute del loro assisito e chiedono un affievolimento delle condizioni di detenzione. E' stata presentata anche un'istanza al tribunale di Sorveglianza di Roma (che si è riservato di decidere) in cui si chiede di verificare se l'attuale stato detentivo presso il Campus Biomedico lede i diritti umani. "L'ex senatore dovrebbe rientrare a Rebibbia il 20 aprile prossimo - spiegano De Federicis e Filippi -. Attualmente è costretto in una camera dove non può nemmeno aprire la finestra perché sigillata e deve dormire con la luce in faccia". 

Nei giorni scorsi inoltre è stata presentata una denuncia al Csm contro sei magistrati dello stesso tribunale capitolino per violazione disciplinare. Si chiede al Consiglio superiore della magistratura di valutare il comportamento, definito "superficiale e inerte", dei giudici che hanno deciso in merito alla compatibilità tra la detenzione in carcere e il suo stato di salute.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (17)

  • Marcello Dell'utri ex senatore della repubblica, ex latitante in quel di Beirut, colui che in varie interviste andava dicendo che il signor Vittorio Mangano ex stalliere di arcore e mafioso con la A maiuscolo era un gran signore un eroe e che c'è ne dovrebbero essere molti come lui........ Poi se ci si indigna per Dell'utri per la sua detenzione dove eravate cari buonisti quando i signori Provenzano e Riina si trovavano in regime di detenzione in condizioni mediche mooolto più gravi di quelle del sign Dell'utri.....

    • 1) paragonare riina e provenzano a Dell'Utri è come comparare jack lo squartatore a uno ubriaco che ha ucciso una persona investendola accidentalmente con la macchina. 2) il fatto che provenzano sia stato tenuto inchiuso al 41bis da malato terminale, e poi praticamente da salma, è un'onta vergognosa per lo stato e la giustizia italiana. Provenzano doveva essere scarcerato, per il semplice motivo che negli ultimi 1/2 anni di vita, data la malattia degenerativa che lo aveva colpito, l'assassino e capo mafia non esisteva più..al suo posto c'era solo un povero vecchio rimbecillito, incapace d'intendere e volere. 3) con riina la situazione è un poco diversa, perché a quanto pare ci stava con la testa fino agli ultimi giorni di vita. Certo, date le condizioni in cui si trovava, sarebbe stato perfettamente possibile sottoporlo a un regime carcerario meno duro.

    • Il buonismo non c'entra! Ma l'assenza di pietà da parte di credenti incrementa il mio orgoglio di non credente.

      • Beh, non ha tutti i torti il Signor Marco.

  • Vergogna. Che schifo. E vergogna pure a quelli che si rallegrano del fatto che un uomo morirà in carcere, di una malattia dolorosa e drammatica come il tumore. Siete moralmente sudici. Ma sono certo che, tra di voi, se non tutti voi, quando andate in chiesa vi fate il segno della croce. V-e-r-g-o-g-n-a-t-e-v-i

    • Cattolici di facciata, ne è pieno zeppo.

    • Mi associo condividendo! Mi chiedo quali azioni abbia potuto commettere quest'uomo da attivare commenti così livorosi.

      • L'offuscamento mentale e l'ignoranza creano una massa ben corposa.

  • A volte il fine della carcerazione è rieducare... a volte NO!

    • Mi chiedo come si possa rieducare chi non è mai stato in carcere, invece.

  • C e tanta gente che sta male in galera...arrangiati!

  • Avatar anonimo di Anna
    Anna

    Non pensarci che ti passa

  • Rimani in galera. Punto.

  • Poverino ahahahahah

  • L'America è finita

  • Avatar anonimo di Mr.White
    Mr.White

    Ci stanno provando in tutte le salse... Sig. Dell'Utri "stavuota un ci nne scunti, l'amici degli amici t'abbannunaru" !!!

  • Porte chiuse in faccia, ovunque.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La banda spacca vetrine non perdona: svaligiato negozio Giglio nella notte

  • Sport

    Grande esodo a Roma, il Palermo prova a salvare la B e Arkus paga gli stipendi

  • Cronaca

    Frasi del boss Provenzano in un post, bufera su consigliere comunale agrigentino

  • Cronaca

    C'è il via libera: a Palermo taser a tutte le forze dell'ordine entro l'estate

I più letti della settimana

  • Rissa sfiorata tra Massimo Giletti e il sindaco di Mezzojuso: "Mi mette le mani addosso?"

  • Arrivata la sentenza, Palermo all'inferno: "Ultimo posto e retrocessione in C"

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Il viaggio, il malore e il cuore che si ferma: Cinisi sotto choc per la morte di un'undicenne

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

Torna su
PalermoToday è in caricamento