Dell'Utri, anche la Corte di Strasburgo dice "No" alla sospensione della pena

La Corte europea dei diritti umani ha respinto la richiesta presentata dai difensori dell'ex senatore di Forza Italia, Alessandro De Federicis e Simona Filippi, per motivi di salute

Marcello Dell'Utri

"Niente sospensione della pena" per Marcello Dell'Utri. Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani. La richiesta era stata avanzata dai difensori dell'ex senatore di Forza Italia per motivi di salute. La decisione, secondo quanto si legge sul sito dell'Ansa, è stata presa il 29 marzo scorso, ma è stata resa nota solo oggi. 

Dell’Utri, condannato a 7 anni per concorso in associazione mafiosa con sentenza ormai definitiva, è affetto da una cardiopatia e da un tumore maligno alla prostata. Da mesi i difensori Alessandro De Federicis e Simona Filippi denunciano le condizioni di salute del loro assisito e chiedono un affievolimento delle condizioni di detenzione. E' stata presentata anche un'istanza al tribunale di Sorveglianza di Roma (che si è riservato di decidere) in cui si chiede di verificare se l'attuale stato detentivo presso il Campus Biomedico lede i diritti umani. "L'ex senatore dovrebbe rientrare a Rebibbia il 20 aprile prossimo - spiegano De Federicis e Filippi -. Attualmente è costretto in una camera dove non può nemmeno aprire la finestra perché sigillata e deve dormire con la luce in faccia". 

Nei giorni scorsi inoltre è stata presentata una denuncia al Csm contro sei magistrati dello stesso tribunale capitolino per violazione disciplinare. Si chiede al Consiglio superiore della magistratura di valutare il comportamento, definito "superficiale e inerte", dei giudici che hanno deciso in merito alla compatibilità tra la detenzione in carcere e il suo stato di salute.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • Incassa il reddito di cittadinanza ma lavora (in nero) in un panificio, denunciato

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Giovane mamma muore durante il sonno, Termini Imerese sotto shock

Torna su
PalermoToday è in caricamento