Dell'Utri torna a sperare, la Cassazione: "Valutare le aggravate condizioni di salute"

Sono state depositate le motivazioni della sentenza con cui un mese fa era stata annullata l'ordinanza del tribunale di sorveglianza del 5 dicembre 2017: l'ex senatore palermitano è un malato di cancro che deve curarsi e di questo - per la Suprema corte - si deve tenere conto

Marcello Dell'Utri

Marcello Dell'Utri torna a sperare. Sono state depositate ieri le motivazioni con cui la prima sezione penale della Cassazione, un mese fa esatto, ha annullato l'ordinanza del tribunale di Sorveglianza di Roma che il 5 dicembre 2017 aveva giudicato compatibili con il carcere le condizioni di salute dell’ex senatore palermitano, affetto da cardiopatia, diabete e tumore alla prostata. I giudici del tribunale di sorveglianza di Roma dovranno nuovamente valutare il suo caso tenere conto “dell’aggravamento delle condizioni sanitarie” e degli effetti sulla sua salute del trasferimento quotidiano in ospedale. 

“Anche per escluderne la decisiva rilevanza – osserva la Corte – difetta ogni specifica valutazione con riferimento alla più grave diagnosi di natura prostatica ed all’impossibilità di eseguire presso centri clinici penitenziari la radioterapia necessaria”. Di conseguenza, "omette di confrontarsi anche con le ripercussioni dell’aggravamento delle condizioni sanitarie e con l’incidenza dei quotidiani trasferimenti in ospedale rispetto ad un’esecuzione penale da mantenere nei limiti dell’umanità e della rieducazione".

La Cassazione ha disposto un nuovo esame da parte dello stesso giudice di sorveglianza che aveva respinto l’istanza e ora dovrà decidere alla luce dei rilievi. "Il giudice - sottolinea la Suprema Corte - deve valutare se le condizioni di salute del condannato, possano essere adeguatamente assicurate all’interno dell’istituto penitenziario o, comunque, in centri clinici penitenziari e se esse siano o memo compatibili con le finalità rieducative delle pena, con un trattamento rispettoso del senso di umanità, tenuto conto anche della durata del trattamento e dell’età del detenuto", bilanciando tutto questo "con la pericolosità sociale del condannato". Insomma, Marcello Dell'Utri è un malato di cancro che deve curarsi e di questo si deve tenere conto.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

  • Soccorsa in strada a Ballarò, donna di 30 anni muore prima dell'arrivo in ospedale

Torna su
PalermoToday è in caricamento