Sanità, in piazza i titolari dei laboratori d'analisi: "Basta tagli al budget"

La manifestazione è indetta dai sindacati di categoria. A generare malumore anche il decreto Lorenzin, che indica una serie di esami esclusi dal rimborso. L'elenco delle strutture che aderiscono

Scendono in piazza i titolari dei laboratori d'analisi siciliani. L'appuntamento è per domani in piazza Ziino, davanti agli uffici dell'assessorato regionale alla Sanità. La manifestazione è indetta dai sindacati di categoria, che lamentano "soprattutto il budget messo a disposizione dalla Regione, ulteriormente ridotto del 5% dopo i forti tagli degli anni passati che hanno messo in difficoltà numerosi laboratori, riducendo sensibilmente i margini di guadagno". A generare malumore anche il decreto Lorenzin, che indica una serie di esami esclusi dal rimborso.

Circa seicento le strutture in tutta la Siclia che domani non alzeranno la saracinesca (L'ELENCO DELLE STRUTTURE CHE ADERISCONO). Per scongiurare la sospensione dei servizi e i disagi all'utenza, il Movimento Cinque Stelle ha chiesto l'avvio di un dialogo con le associazioni di categoria. In un'interpellanza rivolta all'assessore Baldo Gucciardi i pentastellati chiedono di conoscere il motivo che finora ha impedito di avviare i tavoli tecnici con i rappresentanti dei laboratori.

"La situazione da allora non è per nulla migliorata - dicono i parlamentari del M5s all'Ars -, prova ne sia che il fatto che i titolari dei laboratori domani insceneranno una protesta, che potrebbe essere il preludio alla sospensione delle attività a tempo indeterminato". "Attorno ai laboratori di analisi - spiega Salvatore Siragusa- non girano i grandi interessi dei privati e delle multinazionali, ma il lavoro di decine di piccole aziende e di centinaia di dipendenti. Colpire loro significa colpire in primo luogo gli utenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento