Protesta dei forestali in piazza Indipendenza, blocchi stradali e traffico in tilt

Lo sciopero è stato indetto da Flai Cgil, Uila Uil e Fai Cisl. Un gruppo di manifestanti ha bloccato la strada in corrispondenza dell'ingresso della Cappella Palatina. Sul posto la polizia municipale e la polizia

Blocco stradale in via Ernesto Basile

Forestali e dipendenti dell'Esa in piazza per lo sciopero generale regionale indetto da Flai Cgil, Uila Uil e Fai Cisl. Decine di lavoratori si sono radunati in piazza Indipendenza, davanti alla sede della Regione Siciliana. Un gruppo di manifestanti ha bloccato la strada in corrispondenza dell'ingresso della Cappella Palatina e in via Ernesto Basile. Sul posto la polizia municipale e la polizia.

Una seconda manifestazione è in corso, in contemporanea, a Catania. Secondo le organizzazioni sindacali, per consentire ai circa 24 mila forestali siciliani, addetti al servizio di manutenzione boschiva e al servizio antincendio, di completare le attività entro l'anno servono circa 100 milioni di euro. Circa 88 milioni dovrebbero essere stanziati dal Cipe, i restanti 20 milioni dal governo regionale. I forestali, infatti, per legge devono svolgere entro l'anno 78, 101 e 151 giornate di lavoro. Per gli oltre 450 dipendenti dell'Esa, impiegati in attività di prevenzione del rischio idrogeologico, invece, servirebbero altri 5 milioni. I sindacanti nei giorni scorsi hanno inviato una lettera al governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, e chiesto un incontro. La manifestazione si è conclusa, e la piazza è stata riaperta al traffico, intorno alle 16,30.

"La situazione è drammatica - dice Fabrizio Colonna della Fai Cisl-, chiediamo al governo di sbloccare l'iter per le assunzioni e avviare al lavoro questo personale entro il 20 settembre. Senza un intervento i forestali non riusciranno a completare le giornate di lavoro entro l'anno. Per le stesse ragioni chiediamo a governo e parlamento di mettere mano subito mano alla manovra correttiva". Per la Cisl "va istituita una cabina di regia per la prevenzione del rischio idrogeologico, utilizzando forestali, dipendenti dell'Esa e dei consorzi di bonifica".

Forestali Crocetta-2LA NOTA DI CROCETTA - Nel pomeriggio è arrivata la nota del governatore Rosario Crocetta. Si è svolto un incontro - si legge - con i rappresentanti sindacali della CGIL, CISL e UIL, rispettivamente i sigg. Salvatore Tripi, Fabrizio Colonna e Gaetano Pensabene, il Presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, assistito dal Ragioniere generale Salvatore Sammartano, da Felice Bonanno dell’Azienda Foreste Demaniali, da Gaetano Gullo del Comando Corpo Forestale e da Francesco Concetto Calanna Commissario Straordinario dell’Ente di Sviluppo Agricolo. Nel corso dell’incontro si è analizzata la situazione economica finanziaria relativa al settore della forestazione e dell’ Ente di sviluppo agricolo.

Il Governo ha precisato che è in attesa della delibera CIPE relativa allo sblocco di circa 87 milioni e 900 mila euro, che è in corso di istruttoria. “In considerazione dei tempi che richiede tale deliberazione - ha affermato il presidente Crocetta - il Governo ha deciso di anticipare risorse proprie per consentire la continuazione e l’avvio dei lavoratori. In particolare nel corso della Giunta di Governo prevista per domani, l’Amministrazione proporrà un provvedimento di assestamento di bilancio in grado di garantire l’impiego di tutti i lavoratori. Nel corso della Giunta, verrà predisposto un atto di indirizzo finalizzato all’impiego immediato dei lavoratori, dopo l’approvazione della legge prevista per la prossima settimana e successiva deliberazione dello blocco del patto di stabilità per il pagamento delle retribuzioni arretrate. La Giunta proporrà anche una modifica della norma relativa alla riduzione del 20% dell’antincendio a partire dall’esercizio finanziario in corso, in termini di riduzione della spesa complessiva e non del numero dei lavoratori impiegati nell’attività.

A partire dalla prossima settimana - continua il governatore - inizierà anche il confronto con gli Assessori all’Agricoltura e al Territorio e Ambiente, per programmare nel quadro di una riforma globale della forestazione, il tipo di utilizzo dei lavoratori a partire dal prossimo anno.In tale contesto – conclude Crocetta - verrà analizzata anche la parte normativa del contratto attualmente fermo all’anno 2001”. Al termine dell'incontro con i sindacati, il presidente ha incontrato una delegazione di lavoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • "Palestra trasformata in un ambulatorio del doping", 4 arresti e 16 indagati

  • Reddito cittadinanza, il caso di una coppia di Palermo: "Mentono al Fisco, card sequestrata"

  • Quando Totò Riina fu arrestato: "In carcere le guardie gli urlavano 'Stai zitto, prigioniero'"

  • Calogero non ce l'ha fatta: morto il 27enne malato di linfoma che ha commosso l'Italia

Torna su
PalermoToday è in caricamento