"Vuoi salire in auto con me?": tenta di adescare bambino, caccia all'uomo ad Acqua dei Corsari

Paura per un undicenne: è stato avvicinato da un uomo sulla cinquantina che ha provato a convincerlo a salire sulla sua Golf. E' scappato trovando rifugio in un distributore di carburante. La vicenda ha scosso il quartiere, indagini in corso. Il racconto: "Era visibilmente spaventato"

La Golf blu inquadrata da una telecamera

Avrebbe provato a convincere un undicenne a salire sulla sua Volkswagen Golf: "Vuoi venire in auto con me?". Ma il ragazzino che era finito nel mirino, fortunatamente, ha avuto la prontezza di allontanarsi rapidamente per cercare rifugio in un distributore di benzina. E' accaduto intorno alle 14,30 di ieri in via Galletti, la strada che dal Bar del Bivio porta verso Villabate. Sull'episodio indaga la polizia che ha avviato una caccia all'uomo sulla scorta dei pochi elementi raccolti sul posto.

A raccontare la dinamica dei fatti è proprio il dipendente della Q8 che ha visto il ragazzino procedere a passo spedito verso di lui offrendogli riparo. "E' arrivato visibilmente spaventato - racconta a PalermoToday Alessio - e bianco in faccia. Mi ha detto: 'Oggi sto qui con te'. Gli ho chiesto cosa fosse successo e mi ha riferito di essere stato avvicinato da un uomo che voleva che lo seguisse a bordo della sua auto. L'ho intravisto appena, avrà avuto una cinquantina di anni. A quel punto l'ho tranquillizzato, gli ho chiesto se i suoi genitori fossero a casa e l'ho accompagnato".

Il dipendente del distributore di carburante, mentre ascoltava il racconto, ha gettato l'occhio verso l'auto non riuscendo però a scorgere il numero di targa. "Si era appostato a una decina di metri. Credo si sia reso conto che non poteva più muoversi indisturbato e si è allontanato di corsa". Nel frattempo qualcuno aveva allertato la polizia che ha inviato sul posto quattro volanti per avviare le ricerche. Gli agenti, dopo aver sentito i testimoni, hanno chiesto l'acquisizione delle immagini di alcune telecamere che potrebbero avero ripreso il passaggio della Golf, la targa o il volto dell'uomo.

La vicenda ha scosso un po' il quartiere e in molti si sono attivati per cercare di fornire qualche indizio utile agli investigatori. Tra questi un residente che ha controllato le riprese del suo sistema di videosorveglianza (video allegato). I suoi "occhi elettronici" puntati sulla strada, però, hanno immortalato solo la sosta dell'uomo durata appena un minuto, il tempo necessario per rendersi conto che qualcuno sarebbe intervenuto da lì a poco rovinando i suoi piani.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento