Picchia la compagna incinta per pagare alcolici e slot machine: arrestato

In carcere un 26enne disoccupato residente alla Kalsa. Avrebbe sottratto alla donna il reddito di cittadinanza e il bonus bebè. Durante un litigio l'avrebbe anche spinta giù dalle scale

Per anni avrebbe picchiato la compagna per gelosia e per denaro. Mentre la donna era incinta l'avrebbe anche fatta cadere dalle scale. L'uomo, un 26enne palermitano, è finito in arrresto con l'accusa di maltrattamenti in famiglia, rapina ed estorsione. La coppia, residente alla Kalsa, viveva grazie il reddito di cittadinanza e al bonus bebè percepiti dalla donna. "Il giovane disoccupato però - spiegano dalla Questura - aveva una passione per l’ozio, l’alcool e le slot, 'passatempi' troppo costosi per finanziare i quali aveva bisogno dei soldi della compagna". 

Dopo anni di silenzi, la donna negli ultimi mesi ha deciso di mettere un punto alle violenze e alle umiliazioni che era costretta a subire e ha raccontato tutto ai poliziotti del Commissariato Oreto-Stazione che hanno avviato le indagini, ricostruito le sue testimonianze e fornito un esaustivo quadro delle responsabilità dell’uomo al giudice che ha emanato a suo carico il provvedimento di custodia cautelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Francesco Benigno in tv: "Mio padre mi legava con le catene, ho dormito dappertutto"

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento