Mareggiata a Terrasini: i faraglioni si sbriciolano, scoppia la polemica

A far alzare i toni del dibattito, avvenuto tutto sui social, è il commento alla notizia del vicesindaco Fabio Censoplano: "Non penso che sovrintendenza o chiunque altro possa fare qualcosa ... si chiama forza della natura"

I faraglioni prima e dopo la mareggiata - Foto di Emiliano Ciullo

Le forti mareggiate di questi giorni hanno danneggiato i faraglioni di Terrasini. Le rocce, che si trovano a largo della spiaggia della Praiola, sono un vero e proprio spettacolo della natura e attraggono tantissimi turisti nel Comune alle porte di Palermo, noto anche per la sua splendida scogliera rossa, caratteristica di questa parte di costa.

"Con le mareggiate di questi giorni, purtroppo, é crollato un altro pezzo della storia di Terrasini, la parte inferiore del faraglione di destra, guardando in direzione del porto". A dare la comunicazione alla cittadinanza, su Facebook, è Emiliano Ciullo, geometra del Comune. "Bisognerebbe allertare le istituzioni competenti in modo da affrontare con la massima urgenza la situazione di emergenza", continua Ciullo.

IL PARERE DEGLI ESPERTI: GUARDA VIDEO

Ad accendere il dibattito, avvenuto tutto sui social, è la risposta del vicesindaco Fabio Censoplano: "Direi che è crollato mezzo faraglione ... è una settimana che il mare lo marturia ... non penso che sovrintendenza o chiunque altro possa fare qualcosa ... che fai lo imbrachi? Si chiama forza della natura!". "Non so, quando è crollato il primo pezzo in quelli di fronte ne parlai con un geologo ... mi rispose che non ci puoi fare niente ... si chiama erosione naturale! Lo so è un peccato, ma penso che l'uomo ci possa fare ben poco", continua il consigliere.

Non è d'accordo il geometra che replica: "Penso, invece, che ci sono stati interventi volti a tutelare e migliorare i beni ambientali di un certo valore ... Siamo pur sempre nel terzo millennio e tu pensi che nulla si possa fare??? Non ci credo. I faraglioni di Terrasini rappresentano un simbolo molto importante, d'immagine e di rappresentanza del nostro paese. Nn si può prendere così alla leggera. Scusami! Il primo pezzo franato nel primo faraglione (sotto Turiddu) si potrebbe anche tollerare in quanto nn pregiudica la stabilità del faraglione stesso. Questo, invece, é ben diversa la situazione, in quanto esso é a rischio crollo totale...".

"Hai ragione, adesso non saprei cosa dirti, vedremo di parlare con qualche esperto...", conclude Fabio Censoplano. Speriamo che lo scontro e l'interesse mostrato anche da altri cittadini che hanno partecipato al dibattito sul web porti l'amministrazione a muoversi il prima possibile. Perdere i farglioni sarebbe un danno enorme per la bellezza paesaggistica del territorio.

CrolloFaraglioniTerrasini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento