I medici: “Tutto ok, vada a casa” Paziente muore il giorno dopo

Gioacchino Castiglione, tabaccaio a Borgo Nuovo, è andato all'ospedale Cervello per un gonfiore al collo. Dopo averlo visitato i dottori gli hanno prescritto degli esami e dimesso. La procura ha aperto un'inchiesta

Potrebbe essere l’ennesimo caso di malasanità a Palermo sul quale la procura ha aperto un’inchiesta. Domenica un uomo di 58 anni, Gioacchino Castiglione, è andato all’ospedale Cervello con un gonfiore al collo e il respiro affannoso. Dopo aver aspettato 10 minuti il suo turno con il codice verde – secondo quanto racconta l’edizione odierna di Repubblica Palermo – i medici, dopo avergli fatto una radiografia, lo hanno rimandato a casa consigliandogli una visita endocrinologica e una Tac al collo e al torace.

Ma dopo 24 ore l’uomo, che gestiva una tabaccheria a Borgo Nuovo, è deceduto in strada mentre stava andando a piedi allo studio del suo medico curante.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      L'incidente di via Arcoleo, morta la bambina sbalzata fuori dall'auto

    • Incidenti stradali

      L’incidente alla Targa Florio, la giovane Gemma ancora in coma profondo

    • Sport

      Scandola-D'Amore su Skoda al comando della Targa Florio

    • Politica

      Formazione, l'Avviso 8 regge ma i punteggi vanno riformulati: graduatoria a rischio

    I più letti della settimana

    • L'incidente di via Arcoleo, morta la bambina sbalzata fuori dall'auto

    • Incidente in via Giorgio Arcoleo, bambina sbalzata fuori da un'auto: è grave

    • Cinisi, si sporge dal balcone per raccogliere delle nespole e precipita: morta una donna

    • Denuncia il pizzo al Borgo e finisce sul lastrico: "Ho chiuso il bar e affogo tra i debiti"

    • Incidente a Isnello, tragedia alla Targa Florio: morti un pilota e un commissario di gara

    • Tremano le Eolie, terremoto avvertito nel Palermitano: scossa di magnitudo 3.8

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento