Strage Borsellino, indagati tre poliziotti: "Costruirono ad arte un falso pentito"

La Procura nissena ha notificato un avviso di chiusura delle indagini preliminari, atto che di solito precede il rinvio a giudizio, a un funzionario e due agenti: secondo gli inquirenti depistarono le indagini. La figura di Scarantino e i verbali "aggiustati"

Via D'Amelio dopo l'attentato

Indagati un funzionario e due agenti di polizia: è stata chiusa l'indagine sui presunti depistaggi in merito alle indagini sulla strage di via D'Amelio. Quattro processi e quasi 26 anni dopo i magistrati di Caltanissetta scrivono un nuovo capitolo sull'attentato che costò la vita a Paolo Borsellino e alla sua scorta il 19 luglio 1992.

La Procura nissena ha notificato un avviso di chiusura delle indagini preliminari, atto che di solito precede il rinvio a giudizio, a tre poliziotti. Si tratta di Mario Bo, che è stato già indagato per gli stessi fatti e che ha poi ottenuto l'archiviazione, Michele Ribaudo e Fabrizio Mattei. Per tutti l'accusa è di calunnia in concorso.

Facevano parte del pool costituito dopo le stragi che avrebbe dovuto scoprire mandanti ed esecutori. Secondo gli inquirenti depistarono le indagini, costruendo ad arte un falso pentito, Vincenzo Scarantino, e aggiustando i suoi verbali per suggerire persone da incolpare. Nei confronti del funzionario di polizia Mario Bo il gip aveva già disposto l'archiviazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

  • Mercatini, spiagge e pulizia delle strade: ecco il lavoro per i percettori del reddito di cittadinanza

Torna su
PalermoToday è in caricamento