Strage di Capaci, condannati due boss: 12 anni a Gaspare Spatuzza

All'ergastolo Giuseppe Barranca e Cristoforo Cannella, trent'anni per Cosimo D'Amato. Questo il contenuto della sentenza emessa dal gup del Tribunale di Caltanissetta David Salvucci al termine del processo con rito abbreviato. Attenuanti per il collaboratore di giustizia

Lo scenario sulla A29 dopo l'esplosione della bomba

Ventidue anni dopo l'esplosione che squarciò l'autostrada Palermo-Mazara del Vallo, arriva la sentenza di condanna per i boss della mafia. Sono stati condannati all'ergastolo i boss Giuseppe Barranca e Cristoforo Cannella. Trent'anni per Cosimo D'Amato e 12 anni di carcere per il pentito Gaspare Spatuzza, al quale è stata riconosciuta l'attenuante per i collaboratori di giustizia.

Una storica sentenza, emessa dal gup di Caltanissetta David Salvucci al termine del processo con rito abbreviato sulla strage di Capaci del 23 maggio 1992, nella quale persero la vita il giudice Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta. Soddisfatta l'accusa, che si è vista riconoscere tutte le richieste tranne quella relativa a D'Amato, per il quale era stata chiesta la massima pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

Torna su
PalermoToday è in caricamento