Mafia, "aiutò un boss nella latitanza": sequestrati i beni a Piscitello

Fu arrestato nell'operazione antimafia "Perseo" del 2008 e adesso è libero. Sigilli a un'impresa, 5 magazzini, 13 appartamenti, ville, 40 rapporti bancari e 12 veicoli, per un valore complessivo di 6 milioni di euro

I carabinieri del nucleo Investigativo hanno sequestrato beni per 6 milioni di euro a Francesco Paolo Piscitello, 65 anni, arrestato nell'operazione antimafia "Perseo" del 2008 e adesso libero.

I sigilli sono scattati per: l'impresa individuale "Poliedil Costruzione di Piscitello Giovanni", 5 magazzini tra Palermo e Cefalù (Pa), 13 appartamenti a Palermo, una palazzina di tre piani e un fabbricato sempre nel capoluogo. Sequestrati anche una villa ad Altofonte, due nude proprietà a Campofelice di Roccella e due a Palermo, 40 rapporti bancari e 12 veicoli. Riconducibili a Piscitello anche i diritti di usufrutto su 4 immobili a Palermo e due villini a Campofelice di Roccella. (GUARDA IL VIDEO)

Il provvedimento è stato emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale. Secondo quanto accertato, "Piscitello avrebbe aiutato durante la latitanza Enrico Scalavino, esponente della famiglia mafiosa di corso Calatafimi, fornendogli un appartamento. Piscitello. Proprio per questo era stato condannato a due anni di reclusione".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Mafia

    "La mafia è stata decapitata, Palermo non permetterebbe mai a Messina Denaro di fare il capo"

  • Politica

    Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

  • Cultura

    La Casa delle Farfalle resta aperta per le feste: a Pasqua e Pasquetta orario continuato

  • Politica

    Via Maqueda e corso Vittorio, a Pasqua si va a piedi: il Comune "studia" la chiusura totale

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

  • Incidente in via Lanza di Scalea, auto contromano si schianta contro moto: due feriti

Torna su
PalermoToday è in caricamento