Smantellata la nuova Cupola di Cosa nostra, 46 arresti: preso l'erede di Totò Riina

Maxi operazione dei carabinieri, stoppata la riorganizzazione dei clan palermitani. In manette l'ultimo padrino. Si tratta di Settimo Mineo, 80 anni, il "re" dei Pagliarelli. Documentata la ricostituzione della “nuova” commissione provinciale

Un incontro tra boss documentato dai carabinieri

Un vero e proprio terremoto che sconquassa i vertici della mafia palermitana. Quarantasei arresti, in manette il nuovo capo dei capi, quello che è stato definito l'erede di Totò Riina. Individuata la nuova commissione provinciale di Cosa nostra: la direzione distrettuale antimafia di Palermo ha disposto un fermo di indiziato di delitto - eseguito dai carabinieri del comando provinciale di Palermo  - nei confronti di 46 persone ritenute responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso (I nomi degli arrestati). Tra loro c'è Settimo Mineo, il nuovo Totò Riina.

Il nuovo padrino intercettato | Video

La scalata del gioielliere erede di Totò u curtu

Folla davanti alla caserma, l'uscita degli arrestati | Video

Lo zio Settimo - ufficialmente gioielliere con negozio in centro - con i suoi 80 anni era il più anziano fra i boss della mafia siciliana. E' stato arrestato insieme ad altri 45 uomini che risultano accusati anche di estorsioni consumate e tentate, con l’aggravante di avere favorito Cosa nostra, fittizia intestazione di beni aggravata, porto abusivo di armi comuni da sparo, danneggiamento con incendio, concorso esterno in associazione mafiosa.

I boss pizzicati dalle telecamere dei carabinieri | Video

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In particolare - dicono dal comando provinciale - le indagini hanno consentito di: cogliere in presa diretta la fase di riorganizzazione in atto all’interno di Cosa nostra;  documentare l’avvenuta ricostituzione della “nuova” commissione provinciale di Palermo;  trarre in arresto il “nuovo capo” della commissione provinciale, Settimo Mineo, capo del mandamento di Pagliarelli".

Salvini esulta per l'arresto: "La giornata comincia bene"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

Torna su
PalermoToday è in caricamento