Affari con metodi mafiosi: indagata una palermitana a Olbia, spunta Ciancimino

Associazione per delinquere, truffa, riciclaggio ed estorsione: sono le pesanti accuse che la Dda di Cagliari muove nei confronti di un ex consigliere comunale e della sua compagna. Sullo sfondo ci sarebbero anche contatti con il figlio di Don Vito

Associazione a delinquere, truffa, riciclaggio ed estorsione: le mani della mafia si allungano anche sulla Sardegna. Così quello che aveva tutte le sembianze di un banale sequestro preventivo di un appartamento, è risultato la punta di un iceberg di una maxi inchiesta della Dda di Cagliari. Come riporta La Nuova Sardegna tra gli indagati c'è una palermitana di 43 anni, Giuseppa “Eloisa” Lo Secco, compagna dell'ex consigliere comunale Marco Varrucciu (46 anni, di Olbia), anche lui indagato.

I reati sarebbero stati commessi nei confronti di una società di costruzioni sarda, raggirata al punto da subire gravissimi danni economici (milioni di euro tra case e palazzi in costruzione persi, dice La Nuova Sardegna). Poi la denuncia e le indagini.

E tra le carte dell’inchiesta, come riporta il quotidiano sardo, spunta anche il nome di Massimo Ciancimino, il figlio di Don Vito. Il superteste al processo sulla trattativa Stato-mafia, nelle scorse settimane è stato condannato in via definitiva a tre anni per detenzione di esplosivo (si trova in carcere dallo scorso 24 gennaio). Varrucciu avrebbe avuto dei contatti con Massimo Ciancimino. Nelle sette pagine del decreto del gip si evidenzia, fra l'altro, come per gli inquirenti la coppia abbia posto in essere alcune azioni già dal 2014. Una inchiesta, comunque, ancora in corso di cui il sequestro sarebbe solo una prima tappa. Gli inquirenti intendono far luce anche su che tipo di rapporti sarebbero stati instaurati fra gli indagati e Ciancimino.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Muore a 22 anni mentre torna da una festa, condannato l’amico al volante: "Era ubriaco"

  • Cronaca

    Centri sociali e Forza Nuova in centro, si annuncia un sabato bollente: Palermo blindata

  • Cronaca

    Escrementi dei cani per strada, task force contro chi sgarra: "Appostamenti e controlli a gogò"

  • Cronaca

    Bancarelle di frutta e pesce in strada, retata alla Noce: multe e sequestri

I più letti della settimana

  • Via Dante, militante di Forza Nuova legato e pestato in strada

  • Vendevano la figlia ai pedofili, il racconto shock: "Non mi piaceva fare quelle cose"

  • Trappeto, facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due pedofili

  • Vince un milione ma non lo riscuote, Sisal: "Il tempo sta per scadere"

  • L'assalto al bar Massaro, il titolare: "Perché un'azione tanto eclatante? Era solo una rapina?"

  • Agguato alla Kalsa, pregiudicato per mafia ferito da un colpo di pistola

Torna su
PalermoToday è in caricamento