I tentacoli della mafia dietro il furto della Natività di Caravaggio

Il colpo messo a segno nel 1969 nell'oratorio di San Lorenzo sarebbe opera di delinquenti comuni supportati da esperti ma, una volta trafugata, la tela sarebbe finita prima al boss Stefano Bontade, poi a Gaetano Badalamenti

La copia della Natività di Caravaggio

Non solo omicidi e attentati, ma anche la sparizione di opere d'arte. Ci sarebbe stata Cosa nostra dietro al furto della Natività del Caravaggio, il celebre dipinto trafugato dall'oratorio di San Lorenzo nel 1969. La tela dominava la parete sopra l'altare maggiore, dove ora c'è una copia della tela. A svelare il retroscena è stata la presidente uscente della commissione parlamentare Antimafia Rosy Bindi, presentando i risultati di un'indagine condotta dall'organismo parlamentare.

"Secondo noi - ha spiegato Bindi - quest'opera non è andata distrutta come si è pensato fino a un certo momento. Ancora una volta la mafia si è comportata da mafia". Il furto sarebbe sì opera di delinquenti comuni supportato da esperti. Una volta trafugato, il quadro sarebbe finito in mano a Cosa nostra: prima al boss Stefano Bontade, poi a Gaetano Badalamenti. 

Secondo Rosy Bindi "Badalamenti non ha capito la bellezza dell'opera, ma il valore economico sì. Pare che il capolavoro sia stato venduto a un mercante svizzero, che noi pensiamo di aver individuato, si è commosso davanti all'opera, ma l'avrebbe ugualmente fatta a pezzi per venderla. La mafia ne ha ricavato un consistente guadagno - ha aggiunto Bindi -. Speriamo di trovarne almeno un frammento. La nostra inchiesta è arrivata fino a questi risultati, sufficienti per riaprire, però, un'inchiesta giudiziaria e che la Pricura di Palermo sta già utilizzando. Abbiamo voluto fare questa inchiesta per dimostrare che la mafia non ha confini né geografici né di ambiti e anche noi non dobbiamo averne nel combatterla soprattutto quando ci priva di beni fondamentali come quelli della bellezza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I risultati dell'indagine sono stati trasmessi alla procura di Palermo perché "la magistratura competente possa sviluppare la pista investigativa"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

Torna su
PalermoToday è in caricamento