Si aggravano le condizioni di Provenzano: "E' vigile solo se stimolato"

Il boss è sempre ricoverato nel reparto detenuti dell'ospedale di Parma. Secondo il bollettino medico "il suo eloquio non è comprensibile, quando è presente e ha presentato alterazioni dello stato di coscienza con parametri vitali ai limiti"

Bernardo Provenzano

Peggiorano ulteriormente le condizioni di salute del boss Bernardo Provenzano, ricoverato nel reparto detenuti dell'ospedale di Parma dagli inizi di giugno. Secondo il bollettino medico il capomafia è "'vigile solo se stimolato. Il suo eloquio non è comprensibile, quando è presente". Provenzano, inoltre, è "ipocinetico e ha presentato alterazioni dello stato di coscienza con parametri vitali ai limiti".

Il legale del boss, l'avvocato Rosalba Di Gregorio, ha sollecitato, proprio per le gravissime condizioni di salute, al Guardasigilli la revoca del regime di 41 bis al quale il padrino di Corleone è sottoposto e al tribunale di sorveglianza di Bologna la sospensione dell'esecuzione della pena. Entrambe le istanze sono state respinte. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento