Droga e prostituzione: mafia nigeriana "padrona" a Ballarò, sgominata cosca

Operazione della Squadra mobile, scattano numerosi fermi. I boss volevano comandare fra i vicoli del popolare mercato. Le indagini hanno registrato parecchi episodi di spaccio

Le chiamano "connection house". Sono le case di prostituzione a Ballarò. Con l'operazione "Disconnection zone", la polizia ha eseguito all'alba di oggi un provvedimento di "fermo di indiziato di delitto", a carico di otto cittadini extracomunitari, nigeriani e ghanesi, emesso dalla Procura Distrettuale Antimafia. Le indagini, condotte dai poliziotti della Squadra Mobile di Palermo, una specie di appendice alle operazioni "Black Axe" e "No fly zone", "hanno fornito una credibile radiografia di una mafia nigeriana, radicata ed infiltrata nel tessuto economico, criminale cittadino".

Mafia nigeriana con base a Ballarò: l'uscita degli arrestati | Video

Blitz della polizia a Ballarò | Video

"Con l'operazione di oggi - dicono dalla questura - la polizia ha di fatto, sgominato una cosca criminale, "Cult", denominata "Viking", ben strutturata su tutto il territorio nazionale, che aveva a Palermo una base operativa a Ballarò, caratterizzata da una forte struttura gerarchicamente organizzata, con una forte capacità intimidatoria". Le indagini hanno accertato, anche la presenza "di numerose case di prostituzione nel centro storico di Palermo e registrato numerosi episodi di spaccio di stupefacenti".

Due dei fermati dovranno rispondere di associazione a delinquere di stampo mafioso, in quanto ritenuti appartenenti alla organizzazione cultista “Viking”, mentre altri 6 risponderanno, a vario titolo, di spaccio di stupefacenti e sfruttamento della prostituzione. 

Giovani nigeriane costrette a prostituirsi nelle "connection house" | Video

“Complimenti alla polizia e agli inquirenti - dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni - che hanno sgominato a Palermo una base operativa di una pericolosa cosca della mafia nigeriana, ramificata su tutto il territorio nazionale. Fratelli d'Italia è l'unica forza politica che, da tempo, denuncia questo allarmante fenomeno: anche questa volta i paladini dell'accoglienza rimarranno in silenzio?”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in moto, morto cuoco palermitano di 36 anni a Padova

  • Polizzi Generosa, netturbino morto folgorato: colpito da un fulmine mentre lavorava

  • Più di 7 milioni di euro di immobili all'asta, come aggiudicarsi le 36 case in viale del Fante

  • E' morto il fratello di Franco Franchi: per più di 30 anni gestì il bar di via Cavour

  • Un'intera strada rubava la luce: scoperti 8 mila metri quadri di costruzioni abusive a Carini

  • Ex imprenditore trovato morto in casa, giallo a Terrasini: indagano i carabinieri

Torna su
PalermoToday è in caricamento