Giardino Balistreri, l'anfiteatro sarà intitolato alle madri costituenti della Repubblica

A loro va il merito di aver fissato nella Costituzione italiana i principi della non discriminazione delle donne. I 21 nomi saranno apposti sui gradini. La cerimonia è il programma il 14 marzo. Gli studenti del Regina Margherita leggeranno alcuni articoli della Carta costituzionale e il coro del Meli eseguirà l'inno

Le 21 madri costituenti della Repubblica italiana saranno ricordate con delle targhe nel giardino “Rosa Balistreri” di viale Campania. I nomi di Maria Agamben Federici, Angelina Merlin, Leonilde Iotti, Teresa Noce, Ottavia Penna Buscemi, Angela Guidi Cingolani,Teresa Mattei, Adele Bei, Bianca Bianchi, Laura Bianchini, Elisabetta Conci, Filomena Delli Castelli, Maria De Unterrichter Jervolino, Nadia Gallico Spano, Angela Gotelli, Angiola Minella, Rita Montagnana, Maria Nicotra, Elettra Pollastrini, Maria Maddalena Rossi e Vittoria Titomanlio saranno apposti sui gradini dell'anfiteatro che verrà loro intitolato. La cerimonia pubblica avrà luogo giovedì alle 9 alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e del dirigente del Settore toponomastica del Comune Michelangelo Salamone. Tanti gli eventi in programma nel corso della giornata organizzata da Ande Palermo e Associazione toponomastica femminile. Alle madri costituenti va il riconoscimento di aver fissato nella Costituzione italiana i principi della non discriminazione delle donne davanti alla legge (art.3) e nelle attività lavorative (art.37), il loro diritto al voto (art 48), l’accesso alle cariche pubbliche e la parità di condizione fra donna e uomo (art. 51).

Gli alunni e le alunne dell'Istituto magistrale statale Regina Margherita leggeranno alcuni articoli della Carta costituzionale e il coro del liceo classico Giovanni Meli, diretto dal maestro Roberto Agrestini, eseguirà l'inno nazionale. La giornata proseguirà quindi alle 16.30 con un convegno nell'aula Chiazzese del Dipartimento di Giurisprudenza in via Maqueda, dal titolo “Le 21 madri costituenti della Repubblica italiana: profili, contesto storico, eredità". Il convegno sarà aperto dal direttore del Dipartimento di giurisprudenza Aldo Schiavello, dalle autorità presenti, dalle presidenti di Ande Palermo Matilde Todaro e di toponomastica femminile Palermo Grazia Mazzè, dalla segretaria nazionale Ande Adele Campagna Sorrentino. A seguire le relazioni delle professoresse Simona Feci e Antonella Sciortino dell'Università di Palermo, oltre a Ester Rizzo di Toponomastica Femminile e a Francesca Russo dell'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, nipote della madre costituente Maria De Unterrichter Jervolino. Coordinerà Paola Catania, consigliera nazionale Ande. Invitato a intervenire anche il rettore Micari.

Al termine sarà inaugurata la mostra fotografica dedicata alle Madri costituenti curata da toponomastica femminile e allestita nella Sala Busti dell'aula magna della Scuola delle Scienze giuridiche ed economico-sociali dell'Università di Palermo. La mostra sarà visitabile fino al 29 marzo 2019. La giornata si inserisce per l'Ande nel solco dell'attività di promozione della partecipazione civica e di sensibilizzazione della cittadinanza alla partecipazione alla vita politica, che svolge in Italia da più di 70 anni. L'iniziativa si avvale della collaborazione del Comune di Palermo, dell'Università e ha avuto il gratuito patrocinio della Regione Siciliana e dell'Ars.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Il giardino dell'orrore.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Falcone, i ragazzi e una città che non dimentica: Palermo celebra un altro 23 maggio | DIRETTA

  • Politica

    Aula bunker, Orlando saluta Conte e poi va via: "No ai comizi"

  • Cronaca

    Il monito di Maria Falcone: "23 maggio sia festa di unità nazionale contro la mafia"

  • Cronaca

    "Contro il ministro delle interiora, 49 milioni di stigghiola": lenzuoli e adesivi contro Salvini

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • La droga "calabrese" venduta a Palermo, i nomi degli arrestati

  • Travolto da una moto in via Notarbartolo: il cuore si ferma, salvato da due passanti

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • Circoscrizioni a Palermo, gli indirizzi e i recapiti delle otto zone della città

Torna su
PalermoToday è in caricamento