Legalità, Corleone si unisce a Palermo nel ricordo di Falcone e Borsellino

Corleone, Piazza Nascè 23 maggio 2015

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Alle 17:58 a Corleone, la popolazione ha osservato un minuto di silenzio per ricordare i giudici Falcone e Borsellino uccisi dalla mafia 23 anni fa. La commemorazione si è celebrata all'ombra delle magnolie di piazza Nascè che il giorno prima, grazie a un progetto delle mamme del Consiglio di Circolo - condiviso dal comune e da tutta la scuola - sono state intitolate a Giovanni Falcone, giudice assassinato dalla mafia. Per l'occasione centinaia di bambini corleonesi delle elementari sono stati attenti e silenziosi, intonando Il Canto degli Italiani, meglio conosciuto come Inno di Mameli.

Alle 17:58 di sabato anche a Palermo 40.000 studenti hanno osservato un minuto di silenzio sotto l'albero di Falcone, in via Notarbartolo. Dal palco accanto all'albero Falcone, il presidente del Senato, Pietro Grasso ha commentato: "Chi ha vissuto quei momenti, chi ha nella memoria quelle voragini, la macchina ribaltata a centinaia di metri, o chi ha nella memoria i brandelli di carne in via D'Amelio come un attentato terroristico, o chi ha nella mente il sequestro e lo scioglimento nell'acido di un bambino, il piccolo Di Matteo, non può e non deve dimenticare".

Gli fa eco la piazza di Corleone con il sindaco Lea Savona: "Un gesto simbolico che ci accomuna. Ricordare serve a rinnovare a noi stessi l'impegno per la promozione della Legalità, per il futuro delle nuove generazioni". A rimanere in silenzio per un minuto sotto le immagini di Falcone e Borsellino, le mamme che rappresentano il Consiglio di Circolo, Lavinia Martorana, Daniela Salemi, Lucia Piranio, Giovanna Mangano, Cinzia Bianchino, il presidente del CIDMA (centro internazionale di documentazione sulla mafia e l'antimafia), i vigili urbani, l'arma dei carabinieri e una rappresentanza cittadina delle guide scout della federazione dello scoutismo europeo, educatori, insegnanti e l'associazione valdostana Scelte Giovani che in mattinata aveva consegnato tre borse di studio agli studenti corleonesi impegnati un programma didattico di educazione alla Legalità.

Torna su
PalermoToday è in caricamento