Allagamenti a Mondello, si torna a sperare: sbloccato l'appalto per il Ferro di Cavallo

La Giunta regionale ha rimodulato l'intervento - per circa 5,5 milioni di euro - del "Patto per il Sud", assegnando la competenza al commissario contro il dissesto idrogeologico. Orlando: "Finalmente. I cittadini hanno pagato un prezzo altissimo in termini economici e di disagi"

Mondello allagata

Le immagini di Partanna e Mondello sott'acqua dopo ogni pioggia sono ormai una costante e a nulla o quasi sono valse, negli anni, le proteste dei residenti. Adesso però si torna a sperare: è stato sbloccato l'appalto per i lavori del cosiddetto "Ferro di Cavallo". La Giunta regionale ha infatti provveduto a rimodulare l'intervento - per circa 5,5 milioni di euro - del "Patto per il Sud", assegnando la competenza alla struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico.

Ad annunciarlo è il sindaco Leoluca Orlando. "Finalmente - dice il primo cittadino - si sblocca un appalto che è rimasto fermo per troppi anni, del quale il Comune e l'Amap hanno curato la progettazione e la direzione dei lavori, oltre che un cofinanziamento, ma di cui la quota parte di finanziamento regionale era rimasta impigliata". 

"I cittadini di Palermo e delle sue borgate marinare - prosegue Orlando - hanno pagato un prezzo altissimo in termini economici e di disagi, e con loro il Comune. Confidiamo adesso nella celerità della ripresa della procedura di avvio dei lavori. Per quanto ci riguarda, tanto da parte politica che da parte della struttura tecnica che ha curato la progettazione, sarà sempre massimo l'impegno e la disponibilità alla collaborazione istituzionale perché si arrivi presto alla soluzione definitiva dei problemi legati alla mancata realizzazione di quest'opera".

I lavori, bloccati a causa di un'errata imputazione delle somme, prevedono la pulizia e lo svuotamento del canale da detriti e rifiuti,
che non permettono il regolare deflusso delle acque. Nei prossimi giorni, gli uffici della struttura commissariale, coordinati da Maurizio Croce, acquisiranno tutta la documentazione e se il progetto esecutivo redatto dal Comune non avrà bisogno di aggiornamenti, potrà essere indetta subito la gara d'appalto.

"La bonifica e messa in sicurezza del canale Ferro di cavallo non sarà più una chimera. Abbiamo risolto - sottolinea il presidente della Regione Nello Musumeci - un problema che si trascinava da moltissimo tempo e a causa del quale, a ogni pioggia più persistente, le borgate di Mondello, Partanna e Pallavicino si trasformano in veri laghi artificiali con enormi rischi per la popolazione". 

Per l'assessore Emilio Arcuri "si sblocca un'annosa questione. Un'importante opera di salvaguardia del territorio che andrà ad incidere in modo diretto e positivo sul fenomeno degli allagamenti a Mondello e Partanna. Certamente una notizia positiva, frutto del dialogo con la struttura regionale".

Le reazioni

Chinnici (Pd) - “Lo sblocco del cantiere per la pulizia del Ferro di Cavallo, il canale che serve il bacino nord di Palermo, è di fondamentale importanza per mitigare il rischio allagamenti nei quartieri di Mondello e di Partanna: un appalto dalla storia travagliata, bloccato più volte per la mancanza di fondi e che oggi potrà finalmente ripartire grazie a 5,5 milioni di euro stanziati dal Patto per il Sud voluto dal governo Renzi, a dimostrazione dell’importanza del lavoro fatto in questi anni che ha consentito di mettere a sistema le risorse. Speriamo che la decisione di assegnare l’intervento alla struttura commissariale per il dissesto acceleri le procedure, Palermo non può più attendere”. Lo dice Dario Chinnici, capogruppo del Pd al Consiglio comunale.

Aricò (Diventerà Bellissima) - “Lo sblocco da parte della Giunta regionale dei fondi necessari per la bonifica e messa in sicurezza del canale 'Ferro di Cavallo' consentirà di risolvere un problema che da numerosi anni affligge i residenti di Mondello, Partanna e Pallavicino. La pulizia e lo svuotamento del canale da detriti e rifiuti, infatti, finalmente garantirà il regolare deflusso delle acque, evitando così i frequenti allagamenti che più volte hanno messo letteralmente in ginocchio quelle borgate dopo le piogge”. Lo afferma Alessandro Aricò, capogruppo all'Ars di DiventeràBellissima, lanciando un plauso al governo Musumeci che ha deliberato la rimodulazione dell’intervento, trasferendo le risorse del Patto per il Sud - 5,5 milioni di euro - alla Struttura contro il dissesto idrogeologico guidata dallo stesso presidente della Regione. “A tal proposito, circa un mese fa avevo richiesto un'audizione su questo tema alla quarta commissione dell'Ars”, sottolinea Aricò.

Toni Sala (Palermo 2022) - “La bonifica e messa in sicurezza del Ferro di Cavallo permetterà di alleviare l’emergenza allagamenti a Palermo e dà nuova speranza a chi vive nella zona nord della città. La Regione, dopo anni di ritardi e rimpalli, finalmente ha deciso di accelerare le procedure per spendere i 5,5 milioni di euro del Patto per il Sud: ci auguriamo che stavolta non ci siano intoppi, consentendo a chi vive a Mondello di non dover fronteggiare nuove emergenze”. Lo dice Toni Sala, capogruppo di Palermo 2022 a Sala delle Lapidi.

Ottavio Zacco e Caterina Meli (Sicilia Futura)- Per i consiglieri comunali di Sicilia Futura Ottavio Zacco e Caterina Meli, che con l'onorevole Edy Tamajo "avevano iniziato una protesta e una seria di incontri all'interno delle istituzioni, è la svolta per le Borgate di Mondello e Valdesi". "Con questo intervento - dicono Zacco e Meli - si risolve un problema annoso che da sempre ha creato disagi a interi quartieri, adesso aspettiamo con ansia la ripresa dei lavori, ma è chiaro che se resta un intervento isolato non è sufficiente per mitigare gli allagamenti della zona nord della città, per questo continueremo il nostro percorso affinché oltre alla pulizia del ferro di cavallo si realizzino tutte le opere necessarie per azzerare gli allagamenti in questa zona della città".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Quì si parla solo di speranze, ma si sa chi di speranze campa disperato muore e qui siamo a questi livelli illusori. Anche se fosse c'è il rischio dell'eterna incompiuta. Oramai siano abituati a questi fatalismi per necessità.

  • Tutti concordi a giudicare in opera così importante finalmente attuabile... ma il ritardo a chi era imputabile allora ?? Annosa questione

    • Booooooh! Dica, A CHI era imputabile? Per me a Fausto Leali!

  • Avatar anonimo di Gianni
    Gianni

    L'importante che I migranti stanno bene che possono tranquillamente ingrassarsi alla faccia nostea, che Orlando rimane sindaco per l'eternità ,il resto sono tutte fesserie.

  • Anni di attesa, 5,5 milioni e rimpalli vari... per la pulizia di un canale...

  • Mi sembra di capire che il problema non era Orlando, auguro agli amici di Partanna e Mondello che si risolva presto e bene, così che uno dei posti più belli d’Italia sia vivibile 12 mesi l’anno.

    • Sì, ma per correttezza d'informazione c'è da dire che il nostro sindaco è salito agli onori del soglio Pretorio per la prima volta alla tenera età di 35 anni nel lontano 1985 ed adesso è già la quinta volta che amministra questa sfortunata città, 25 anni, il cui esito é sotto gli occhi di tutti e dove solo LeoLui non vuole vedere, interessandosi di tuttaltro che non ha nulla a che vedere con il benessere fisico ed economico dei suoi cittadini.

  • Sento parlare del "ferro di cavallo" da quando andavo all'asilo e ancora ora sento la stesso cosa. Penso che i miei nipoti ne sentiranno ancora parlare(come progetto).

    • Anche noi abbiamo una Salerno Reggio Calabria....ne sentiremo parlare per decenni

      • Solo una?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il ritardo dell’aereo, lo scalo a Bergamo e il viaggio in pullman: 8 ore per raggiungere Venezia

  • Cronaca

    A maggio un piano straordinario per ripulire la città, si parte dalle periferie

  • Politica

    Uno spazio verde nell'area della Fiera, Susinno: "Villa Piano delle Falde può rinascere"

  • Cronaca

    "Traditore della Sicilia", scritta su manifesto elettorale di Gelarda: la Lega insorge

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Tragico incidente in auto, morto ragazzo palermitano di 20 anni

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

Torna su
PalermoToday è in caricamento