Lavori sulla A19, il cantiere non può essere rimosso: altra domenica di passione?

Polemiche per i restringimenti su entrambe le carreggiate tra Bagheria e Villabate. L'Anas fa sapere che gli operai lavorano 24 ore su 24, ma dal lunedì al sabato. Regione e società di gestione hanno concordato per la prossima settimana una conferenza di servizi

L'Anas assicura che quando i lavori per l'installazione delle nuove barriere sulla A19 Palermo-Catania supereranno lo svincolo di Bagheria, i disagi per gli automobilisti saranno minori. Tuttavia domenica sarà un'altra giornata senza operai, ma con restringimenti su entrambe le carreggiate. Questo perché il cantiere non può essere rimosso. E quindi potrebbe essere un'altra domenica di passione per gli automobilisti. Senza dimenticare i disagi giornalieri di chi è costretto a percorrere quella strada ogni giorno.

"C'è sempre un punto centrale del cantiere che resta senza barriere, in attesa della sostituzione. Man mano che i lavori vanno avanti può essere smontata solo la parte terminale del cantiere" fanno sapere dall'Anas che, oltre alla sostituzione delle barriere, sta intervenendo sullo spartitraffico, sui cordoli in calcestruzzo e su canali di scolo. I lavori interessano l'intera autostrada, fino a Catania, anche se in alcuni viadotti - il "Morello" e il "Simeto" - le barriere sono già state sostituite.

L'azienda è stata subissata di critiche per via delle lunghe code in ingresso a Palermo che si sono formate lo scorso weekend tra Bagheria e Villabate. Anche la Regione ha strigliato i vertici della società che gestisce l'autostrada A19, chiedendo "lavori al massimo in sei mesi" e addetti impiegati "24 ore 24 su tre turni da 8 ore". Da questa settimana, riferisce l'Anas, "sulla A19 gli operai lavorano 24 ore su 24, ma sei giorni alla settimana (da lunedì a sabato)". Situazione che se dovesse rimanere inalterata, potrebbe avere ripercussioni sul traffico domenicale: specie quando l'estate entrerà nel vivo e il numero dei vacanzieri che si sposteranno in auto aumenterà. 

La Regione non è disposta a sopportare ulteriori disagi e per la prossima settimana ha concordato con Anas una conferenza di servizi che servirà a verificare l'attuazione delle indicazioni fornite al gestore dell'autostrada. Per attenuare l'impatto dei lavori sul traffico, l'Anas vorrebbe utilizzare le corsie d'emergenza: in modo tale da evitare eccessivi restringimenti di carreggiata. La proposta, al vaglio delle autorità competenti, non è stata ancora autorizzata. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

Torna su
PalermoToday è in caricamento