Tecnici Amg al lavoro, torna l'illuminazione da viale Campania alla Cattedrale

In funzione tutte le lanterne artistiche di via Maqueda. L'azienda sta predisponendo anche un intervento per riparare il guasto che ha lasciato al buio un lungo tratto di via Messina Marine

Foto archivio

Interventi a tappeto, da parte dei tecnici di Amg Energia, per riportare la luce in quelle vie dove si erano verificati guasti e verificare l'illuminazione della zona della Cattedrale in occasione della cerimonia di insediamento del nuovo arcivescovo don Corrado Lorefice. Le squadre sono intervenute in un'ampia parte della citttà - da viale Campania a via Maqueda.

Da stasera tutte le luci al sodio ad alta pressione dell’ampia area intorno alla Cattedrale saranno perfettamente funzionanti: oltre a quelle che illuminano il prospetto laterale di uno dei monumenti simbolo di Palermo, anche quelle poste sul torrione medievale dell'Arcivescovado. Tutte controllate e funzionanti anche le lanterne artistiche di corso Vittorio Emanuele e le nuove luci realizzate a Villa Bonanno, restaurata di recente. Un intervento ad ampio raggio è stato eseguito anche su tutte le lanterne artistiche di via Maqueda, l’asse del centro storico diventato da oltre un anno zona pedonale.

"Gli operai elettricisti e i tecnici di Amg hanno lavorato con entusiasmo per dare il loro contributo a questa giornata di festa - dice il presidente di Amg, Mario Pagliaro - e per riportare una illuminazione di qualità nonostante l'impianto della Cattedrale sia ormai datato. Sarà presto rifatto ex novo nell'ambito del progetto di valorizzazione dell'intero percorso Arabo-Normanno".  

Le squadre dell'azienda comunale dell'energia hanno ripristinato, inoltre, il funzionamento dell’illuminazione in viale Campania, in via Emilia e in molte vie limitrofe, rimaste al buio o parzialmente illuminate per un danno presente nella cabina di trasformazione denominata "Fondo Bracco". Lavori anche in piazzetta Bagnasco, dove il guasto riguardava l'alimentazione di numerose lampade al sodio ad alta pressione, dalla caratteristica luce arancio: ieri sera sono state tutte riaccese. Amg sta predisponendo adesso l’intervento nella Cabina denominata "Sperone 1" dove un danno ingente ad alcune apparecchiature obsolete, ha spento gli impianti di un lungo tratto di via Messina Marine e ha richiesto l'approvvigionamento di speciali dispositivi sui quali sono in corso specifiche attività di formazione del personale.

"Desidero ringraziare gli operai elettricisti - dice il presidente, Mario Pagliaro - per l'abnegazione e la professionalità che dimostrano ogni giorno e ogni notte nel riattivare decine di punti luce spenti. Oltre a gestire le emergenze, però, Amg lavora programmando il futuro, predisponendo un piano di ammodernamento o sostituzione delle cabine”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

Torna su
PalermoToday è in caricamento