Ksm licenzia 28 dipendenti prossimi alla pensione: "Salvi i giovani"

La scelta dei lavoratori con più anni di anzianità era uno dei punti dell’accordo siglato coi sindacati. Gli esuberi interessano 25 guardie giurate più 3 amministrativi. L'appello della Uiltucs: "Troppa concorrenza sleale nella vigilanza privata, intervenga il governo nazionale"

La Ksm security licenzierà 28 lavoratori vicini alla pensione. È uno dei punti dell’accordo siglato coi sindacati che non ha potuto evitare la perdita dei posti di lavoro a livello regionale. Gli esuberi interessano 25 guardie giurate più 3 amministrativi. “Non firmare un accordo – spiega Marianna Flauto, segretario generale della Uiltucs Sicilia - avrebbe significato fare licenziare 28 lavoratori giovani senza alcuna prospettiva per il futuro. L'accordo invece modifica i criteri di legge sostituendoli con quelli della vicinanza al pensionamento".

Il settore della vigilanza, secondo il sindacato soffrirebbe per la concorrenza "sempre più sleale che si realizza su un vergognoso abbassamento delle tariffe da parte di tante aziende che non rispettano i contratti di lavoro e operano violando la legge, in assenza dei dovuti controlli da parte delle autorità preposte". "Questo sistema - secondo Falauto - a lungo andare questo sistema ha favorito la giungla in cui versa il settore e sul quale ormai da qualche anno la Uiltucs, anche a livello nazionale, sta tentando di sensibilizzare i ministeri competenti affinché si affronti il problema delle tariffe e vengano sanzionate pesantemente le aziende che non applicano il cambio di appalto, creando in tal modo esuberi ingiusti e illegittimi. Bisogna colpire - conclude la sindacalista - quei committenti anche pubblici che non rispettano e non fanno rispettare la clausola sociale prevista dal codice degli appalti”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento