Sposa bambina condannata a morte, sit in per chiedere la grazia di Noura

Manifestazione davanti al Massimo. L'iniziativa - hanno spiegato dalla consulta delle migrazioni - vuole essere "un segnale da parte di Palermo per un problema così grande che purtroppo colpisce anche la nostra città"

La manifestazione in centro

"Justice for Noura": questo ciò che i manifestanti hanno scritto sullo striscione durante la manifestazione che si è svolta a piazza verdi, per chiedere al presidente del Sudan,  Bashir, la grazia per Noura Houssein, la sposa bambina condannata a morte per avere ucciso il suo marito violentatore.

Al sit in hanno partecipato donne della comunità bengalese e tunisina di Palermo, componenti della consulta per le culture, tra le quali la vicepresidente Sumi Aktar, l'assessore alle attività sociali Giuseppe Mattina e i consiglieri comunali Igor gelarda, del MoVimento 5 stelle, e Ottavio Zacco, di Sicilia Futura. L'iniziativa dichiarano dalla consulta delle migrazioni "vuole essere un segnale da parte della città di Palermo per un problema così grande e  diffuso, come quello delle spose bambine, che purtroppo colpisce anche la nostra città".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Sempre il cora(zz)no sempre i musulmani, sempre bestie medioevalo

  • Avatar anonimo di Darioh Ammirata
    Darioh Ammirata

    Il commento della signora Adele è utile quanto il pecorino sopra la poasta con il tonno. Voglio vedere chi è lei o che fa per avere il diritto di attaccare il primo cittadino e la cultura di un popolo. Apprezzo l'impegno di questi persone per via che si prendono il pensiero di una causa umana che affligge l'emisfero opposto a noi del pianeta.

  • orlandazzo che osanna la loro "cultura" non ha nulla da dire?

  • Si può dire o no che un certo tipo di fenomeni/eventi è espressione di alcuni tratti caratteristici della cultura mussulmana? Voglio dire, è un dato di fatto. Quando si parla di integrazione fra islam e altre culture (QUALSIASI ALTRA cultura) occorrerebbe prima conoscere bene l'islam. In particolare, le norme coraniche riguardanti il matrimonio e i rapporti uomo/donna, nonché il fiqh (la interpretazione dottrinale) di queste norme, proposta dai faqih (i dottori della legge sacra islamica). Qualsiasi pia illusione di compatibilità tramonterebbe

  • Fossi in voi, non pubblicherei questa fotografia.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Morto in un market di via Maqueda, Ballarò saluta Matteo: "Vogliamo giustizia, non vendette"

  • Cronaca

    Il Comune si riprende La Mimosa, sgomberato l'asilo occupato a Pallavicino

  • Cronaca

    Differenziata, Rap apre alle scuole il Centro comunale di raccolta di viale dei Picciotti

  • Economia

    Quota 100, a Palermo 2.500 richieste: in pensione senza verifica ma c'è il rischio "trappola"

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento