Sposa bambina condannata a morte, sit in per chiedere la grazia di Noura

Manifestazione davanti al Massimo. L'iniziativa - hanno spiegato dalla consulta delle migrazioni - vuole essere "un segnale da parte di Palermo per un problema così grande che purtroppo colpisce anche la nostra città"

La manifestazione in centro

"Justice for Noura": questo ciò che i manifestanti hanno scritto sullo striscione durante la manifestazione che si è svolta a piazza verdi, per chiedere al presidente del Sudan,  Bashir, la grazia per Noura Houssein, la sposa bambina condannata a morte per avere ucciso il suo marito violentatore.

Al sit in hanno partecipato donne della comunità bengalese e tunisina di Palermo, componenti della consulta per le culture, tra le quali la vicepresidente Sumi Aktar, l'assessore alle attività sociali Giuseppe Mattina e i consiglieri comunali Igor gelarda, del MoVimento 5 stelle, e Ottavio Zacco, di Sicilia Futura. L'iniziativa dichiarano dalla consulta delle migrazioni "vuole essere un segnale da parte della città di Palermo per un problema così grande e  diffuso, come quello delle spose bambine, che purtroppo colpisce anche la nostra città".

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento