homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Emergenza casa, otto famiglie occupano l'Istituto Sacro Cuore

Sono le stesse persone che la scorsa settimana erano entrati in una palazzina assegnata alla polizia per utilizzarlo come rifugio. Sul posto anche il portavoce del Comitato lotta per la casa, Nino Rocca, chiamato in caserma per chiarire il proprio ruolo

Otto famiglie senzatetto occupano i locali dell'Istituto Sacro Cuore

Occupato nella notte l'Istituto Sacro Cuore di piazza Principe di Camporeale. Le protagoniste della storia sono otto famiglie di senza casa, che nella notte si sono intrufolati nei locali per trovare un riparo più o meno temporaneo. Sul posto, oltre ai carabinieri intervenuti per identificare gli occupanti, c'era anche Nino Rocca, portavoce del Comitato lotta per la casa.

Rocca è stato chiamato a depositare alla caserma dei militari della Zisa per chiarire il proprio ruolo nell'occupazione abusiva. Sei delle otto famiglie, la settimana scorsa, avevano già tentato di occupare gli ex locali militari di corso Calatafimi, annessi all'ex ospedale militare, dove dovrebbe sorgere un commissariato di polizia. Ma in quella circostanza le sei famiglie furono sgomberata dalla polizia nel giro di poche ore.

Ma questo è solo uno dei tanti casi dell'emergenza abitativa che colpisce da tempo la città. L'ultimo caso riguarda due senza tetto che vivevano nell'albergo di Villa Archirafi a spese dell'Amministrazione. Finite le risorse comunali, l'hotel ha presentato alle famiglie il conto (circa 30 mila euro) ed i senzatetto sono saliti sul tetto dell'assessorato alle Attività sociali minacciando di suicidarsi. Ma, in attesa del colloquio con l'assessore Agnese Ciulla i due hanno aggredito alcuni dipendenti comunali, indispettendo l'Amministrazione che ha poi tuonato: "Niente dialogo coi violenti".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Michele
    Michele

    Certo che se era anche un palazzo della polizia questo in un paio d'ore e pure sgombrato.... No che stanno facendo dei danni allucinanti alle decorazioni antiche alla struttura ecc..... Si sono allacciati la luce abusivamente , e tutto illuminato... Tutta la notte Tanto chi paga???!!!. Per nn parlare che una stradina tranquilla e silenziosa e diventata invivibile. Complimenti alle autorità che ci aiutano a migliorare la qualità della vita..... Soprasedete tranquilli, nn e della polizia l'istituto sacro cuore....

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Traffico di cocaina dal Perù, condannato a sette anni l'avvocato Memi Salvo

  • Cronaca

    Tentano furto in tabaccheria, banda si apre un varco attraverso lo studio di un avvocato

  • Cronaca

    Rivoluzione Ztl: stangata per i non residenti, bus a 1 euro al mese per le fasce deboli

  • Cronaca

    Conservatorio Bellini, Gandolfo Librizzi è il nuovo presidente

I più letti della settimana

  • Omicidio Zito, condanne pesanti: rissa in aula e pugno in faccia al pm

  • Corpi smembrati e scene di cannibalismo: eritreo arrestato, trovate foto shock

  • Internet gratis nelle strade: Palermo diventa un "unico grande modem"

  • Incidente in viale del Fante, schianto nella notte: due giovani in prognosi riservata

  • Incidente sulla Palermo-Mazara, coinvolte tre auto: traffico rallentato

  • Omicidio a Cruillas, confessione tra le lacrime: "Mi stavo solo difendendo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento