Istituto comprensivo Guttuso di Carini, gli alunni visitano la grotta di Carburangeli a Villagrazia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Continua incessante l'intervento educativo dell'Istituto Comprensivo Renato Guttuso di Carini, guidato dalla dirigente scolastico professoressa Anna De Laurentiis a favore delle nuove generazioni, all'interno del progetto in rete denominato “Il nostro territorio tra cultura, arte e paesaggio”. Gli alunni guidati dai due esperti Antonio Fundarò e Titti Cancellieri, e con l'ausilio dei due tutor Giovanni Piazza e Raffaele Vallone, hanno visitato, a Carini, la Grotta di Carburangeli, in territorio di Villagrazia di Carini. La riserva naturale “Grotta di Carburangeli”, ricadente nel territorio comunale di Carini (PA), è stata istituita per la protezione e la valorizzazione di un sito di notevole interesse speleologico, paleontologico e biologico.

La grotta riveste anche interesse archeologico, come testimoniato dal rinvenimento di interessanti reperti nel primo vano della cavità e nell’area antistante. Gli scavi eseguiti tra la metà del 1800 e gli inizi del 1900 da diversi paleontologi hanno riportato alla luce importanti resti della fauna fossile quaternaria ed oggetti dell’industria litica umana risalenti al Paleolitico ed al Neolitico, oggi conservati presso il Museo “Gemmellaro” di Palermo. Il territorio della Riserva è stato suddiviso in due diverse aree in funzione delle caratteristiche ambientali e dei diversi obiettivi gestionali: la zona A comprende l’intero sviluppo sotterraneo della grotta e una porzione esterna intorno agli ingressi dell’ipogeo; le zone B e zona B1, estese complessivamente 4,83 ettari, comprendono il bacino di alimentazione della grotta e l’area antistante gli ingressi dell’ipogeo, e costituiscono una zona “cuscinetto” tra la cavità tutelata e la zona esterna alla riserva.

"La scuola è attenta ai bisogni degli studenti e del territorio" ha commentato il dirigente scolastico professoressa Anna De Laurentiis "e noi continuiamo, grazie ad alcuni moduli PON, ad offrire nuove opportunità ai nostri alunni, anche dopo il termine delle attività didattiche. Questa è scuola".

Torna su
PalermoToday è in caricamento