Maxi isola ecologica allo Sperone: il centro di raccolta rifiuti aprirà il 28 dicembre

L'annuncio in Consiglio comunale dell'amministratore unico della Rap Giuseppe Norata. La piattaforma comunale sorgerà in viale dei Picciotti, in un terreno confiscato alla mafia. "Percorso nuovo per la differenziata". Randazzo (M5S): "Meglio tardi che mai"

Ci siamo. Il Centro comunale di raccolta dei rifiuti di viale dei Picciotti è pronto ed aprirà i battenti il prossimo 28 dicembre. Lo ha annunciato l'amministratore unico della Rap, Giuseppe Norata, durante la seduta odierna del Consiglio comunale. Il Ccr, che sorgerà in un terreno confiscato alla mafia, altro non è che una maxi-isola ecologica dove i cittadini potranno conferire i rifiuti opportunamente differenziati. La Rap lo ha realizzato in economia, dopo che il dipartimento regionale Acque e rifiuti ha bocciato il progetto presentato per accedere ai finanziamenti del Fondo sviluppo e coesione.

"Attorno a questo progetto - ha detto Norata a Sala delle Lapidi - si costruisce un percorso nuovo anche in termini di raccolta differenziata". La piattaforma predisposta dalla Rap potrà accogliere carta e cartone, plastica, legno, metalli, vetro, ma anche pneumatici usati, sfabbricidi, rifiuti contenenti mercurio, oli e grassi commestibili, batterie e accumulatori, apparecchiature elettriche ed elettroniche, ingombranti. Previsto anche lo stoccaggio dell'organico "per non più di 36 ore", in vista dell'introduzione di "Palermo differenzia" nei quartieri Settecannoli e Sperone.

Lo scorso mese di maggio, con un'ordinanza, il sindaco Leoluca Orlando aveva imposto alla Rap la realizzazione e l'allestimento in via "temporanea e provvisoria" del Centro comunale di raccolta di viale dei Picciotti, per attenuare l'emergenza rifiuti. Il provvedimento è stato prorogato per altri sei mesi, fino al 7 maggio 2019, in modo tale da consentire alla Rap di terminare i lavori. Con la discarica di Bellolampo prossima alla saturazione e il "porta a porta" che arranca, il Ccr potrebbe dare una spinta in più alla raccolta differenziata.

"Meglio tardi che mai. Il M5S - ha dichiarato il consigliere Antonino Randazzo - esprime soddisfazione, anche se il Ccr arriva con un ritardo di 6 anni. Da sempre riteniamo che i centri comunali di raccolta siano indispensabili per una corretta gestione dei rifiuti: auspichiamo sia soltanto il primo di tanti e che ne siano realizzati altri a servizio almeno di ogni circoscrizione. Adesso ci aspettiamo siano da subito attivati sistemi di pesatura per garantire incentivi per i cittadini virtuosi così come previsto dal regolamento Tari".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • E nel frattempo la città affoga... Un'intera isola grande quanto il Comune stesso.

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Europee, a Palermo il M5S partito più votato: Milazzo davanti a Romano, out Ferrandelli

  • Cronaca

    Rissa in un pub in via Candelai, ragazzo di 16 anni ricoverato in prognosi riservata

  • Cronaca

    Nino Di Matteo rimosso dal pool stragi per colpa di un’intervista

  • Cronaca

    Rimprovera "sporcaccione" che lancia spazzatura dal finestrino e viene investito

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Travolto da una moto in via Notarbartolo: il cuore si ferma, salvato da due passanti

  • La droga "calabrese" venduta a Palermo, i nomi degli arrestati

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • "Paga o ti faccio chiudere il cantiere": ma lui si ribella e fa arrestare uno dei Graviano

Torna su
PalermoToday è in caricamento