Benzina e un accendino all’ingresso, intimidazione ai danni di “Auto In”

Li ha trovati un dipendente dell'autosalone di via Umberto Giordano prima di chiudere l'esercizio commerciale. Sull'episodio indaga la polizia. Ieri colla nei lucchetti di un punto Snai di viale Lazio e di un'azienda di corso dei Mille

Ancora un’intimidazione in pieno “stile mafioso” a Palermo. Davanti alla sede dell’autosalone “Auto In” di via Umberto Giordano sono stati trovati una bottiglia di benzina e un accendino. Il ritrovamento è stato fatto da un dipendente prima di chiudere l’autosalone. Indaga la polizia.

Ieri invece altri due commercianti, la responsabile di un punto Snai in viale Lazio e il titolare del negozio Security System di corso dei Mille, hanno denunciato alle forze dell’ordine di avere trovato i lucchetti con la colla. Anche in questo caso le indagini sono in corso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Incidente in via Basile, investito da un automobilista che scappa: morto 57enne

  • Sesso a 3 in strada davanti ai vigili: "Così passiamo la quarantena", denunciata giovane palermitana

  • Coronavirus, come ordinare da mangiare a domicilio: la lista delle attività a Palermo e provincia

  • Controlli sui prezzi di frutta e verdura, rincari anche del 100% di finocchi e fagiolini

Torna su
PalermoToday è in caricamento