"Dottore Orlando, lei è un cornuto": 32enne rischia processo per oltraggio

Si chiama Fabio Picco Di Maria ed è il protagonista del video ripreso il 6 gennaio scorso durante una manifestazione in via Magliocco. Dopo l'identificazione da parte della Digos la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio. Il sindaco non ha sporto alcuna denuncia

Uno screen del video ripreso durante la manifestazione di Confartigianato

Ha offeso pubblicamente il Sindaco e ora rischia un'ammenda saltata o addirittura una condanna fino a 3 anni. La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per oltraggio a pubblico ufficiale per Fabio Picco Di Maria, il 32enne che lo scorso 6 gennaio ha dato del “cornuto” a Leoluca Orlando nel corso di una manifestazione organizzata da Confartigianato in via Magliocco. “E’ da vent’anni che prende per il culo i cristiani, dottore Orlando lei è un cornuto, è una vita che glielo dovevo dire”. Una frase ripresa con lo smartphone e che in poche ore ha fatto il giro del web.

"Sindaco, è una vita che glielo dovevo dire..." | Video

In quell’occasione Picco Di Maria, con la figlia in braccio, tra le altre cose ha contestato al primo cittadino di non aver accolto il premier: “Lei deve avere vergogna, è venuto Conte a Palermo e lei non si è nemmeno presentato”. Due giorni dopo l’accaduto gli agenti della Digos hanno identificato l'uomo ma il sindaco Orlando ha preferito non sporgere alcuna querela contro il 32enne. L’episodio è diventato poi oggetto di un fascicolo affidato al sostituto procuratore Claudia ferrari. Adesso toccherà al giudice decidere se archiviare il caso o far partire il processo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La sua iscrizione nel registro degli indagati - scrive in una nota il segretario provinciale di Forza Nuova, Massimo Ursino - suscita più ilarità dell’epiteto in sé. Abbiamo già allertato i nostri legali che, se il gip dovesse mandare a processo il nostro concittadino, si sono detti pronti a difenderlo. Eravamo con lui nel giorno dello sfogo oltraggioso e liberatorio saremo con lui nelle aule di tribunale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moggi: "Padre Pio è apparso in sogno a una signora di Palermo e ha fatto una profezia su di me"

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Va in ospedale per sospetta congiuntivite, due giorni dopo 30enne trovato morto in casa

  • Coronavirus, in Sicilia sospeso l'avvio della stagione balneare

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

Torna su
PalermoToday è in caricamento