venerdì, 25 aprile 16℃

Csm dà il "Nulla Aosta" ad Ingroia “Unica sede in cui non era candidato”

La terza commissione del Csm ha deliberato di proporre al Plenum la ricollocazione in ruolo dell'ex procuratore aggiunto di Palermo con funzione di giudice al tribunale di Aosta. L'ironia di Vietti: "In fondo è un bel posto. Nessuna ritorsione"

Redazione22 marzo 2013

La terza commissione del Csm ha deliberato di proporre al Plenum la ricollocazione in ruolo dell'ex procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia, con funzioni di giudice, al tribunale di Aosta, unica sede d'Italia nella quale non è stato candidato. “La decisione – si legge sul sito Ansa.it - è stata presa nel rispetto del divieto previsto del DPR 30 marzo 1957 n.361 che prevede che i magistrati candidati e non eletti non posso esercitare per 5 anni le loro funzioni nella circoscrizione nel cui ambito si sono svolte le elezioni”.

“In fondo Aosta è un bel posto'', così il vice presidente del Csm, Michele Vietti, commenta la proposta. “Non c'è - dice - assolutamente intento punitivo o volontà ritorsiva, ma solo la normale applicazione della regola. L'unica circoscrizione - ha ricordato Vietti - in cui Ingroia non aveva presentato la sua candidatura era Aosta e la normativa è chiara: non si può tornare là dove ci si è candidati”.

Annuncio promozionale

Antonio Ingroia
ingroia

Commenti