Incidenti in pista a Piano Battaglia, bimba di 7 anni travolta da uno slittino

Sono nove gli interventi eseguiti nel fine settimana dai tecnici del Soccorso alpino e speleologico. Un altro bambino di 5 anni ha riportato un trauma cranico dopo l’impatto contro un albero

Il Soccorso alpino in azione a Piano Battaglia

Nove incidenti nel fine settimana sulla neve di Piano Battaglia, molti dei quali hanno avuto come vittime dei giovanissimi. Tra questi una bambina di 7 anni, che ha riportato un trauma cranico dopo essere stata travolta da uno slittino. Stesse conseguenze per un bambino più piccolo di 2 anni che è andato a sbattere contro un albero. Ad intervenire sono stati i tecnici del Soccorso alpino e speleologico siciliano, in virtù della convenzione con la Protezione civile della Città metropolitana di Palermo, per garantire l'assistenza e il soccorso nel comprensorio durante il periodo di innevamento.

Oggi il maggior numero di incidenti. Sospetto trauma cranico per una diciassettenne nissena travolta da uno slittino. Un palermitano di 7 anni si è procurato una contusione alla gamba destra dopo essersi scontrato con un ragazzo mentre entrambi scivolavano su un pendio ghiacciato. Un’undicenne di Enna si è procurata un trauma facciale sbattendo contro un albero mentre scivolava con lo slittino. Un 26enne nisseno è rimasto contuso al volto e al braccio sbattendo dopo aver perso il controllo dello slittino a causa di una buca sulla neve. Stesse cause per il trauma alla colonna vertebrale riportato da una 36enne di Gela. Frattura al polso per un trapanese di 53 anni che è caduto sul pianoro.

Tre gli interventi di ieri. Una bambina di 7 anni, di Montelepre, ha riportato un trauma cranico dopo essere stata travolta da uno slittino. Un bambino palermitano di 5 anni ha riportato lo stesso trauma sbattendo contro un albero mentre scivolava col suo slittino. Un uomo di 49 di Marsala, invece, si è procurato una distorsione al polso sinistro cadendo con lo snowboard. Domenica scorsa gli interventi a Piano Battaglia sono stati dieci, altri otto nei due weekend precedenti. Nella passata stagione il Sass aveva effettuato 20 interventi.

“Le squadre medicalizzate della stazione Palermo-Madonie - si legge in una nota del Soccorso alpino - lavorano in stretta collaborazione con la Protezione civile, che mette a disposizione il personale e i mezzi per spostarsi sulla neve, il 118, la guardia medica dell'Asp, che è stata dotata anche di un telefono satellitare per le comunicazioni di emergenza anche in caso di black out, i carabinieri e il Corpo forestale. Per ogni necessità gli utenti possono chiamare il numero di reperibilità 3349510149 o rivolgersi alla centrale del 118 chiedendo esplicitamente l'intervento del Soccorso alpino.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Andate al mare che è meglio.

Notizie di oggi

  • Politica

    "Governo parallelo basato su favori, amici e nemici": l'Antimafia disegna il sistema Montante

  • Politica

    Decreto Sicurezza, Orlando aggira gli uffici: avanti con le pratiche di residenza ai migranti

  • Politica

    Sgombero immediato per le case abusive in zone a rischio, via i sindaci che non applicano la legge

  • Cronaca

    "Dal totonero alle scommesse on line", così Splendore è diventato il "re" del gioco

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento