Incidenti stradali, il dato: a Palermo in un anno 20 morti e quasi 3 mila feriti

I numeri vengono fuori dal report appena pubblicato dal Comune. In calo il numero delle vittime rispetto al 2017. Il confronto con le altre grandi città italiane

Un incidente in viale Michelangelo avvenuto nel 2018

A Palermo - in tutto il 2018 - si sono verificati 2.044 incidenti stradali con lesioni a persone che hanno provocato 20 morti (entro il trentesimo giorno dalo schianto) e 2.787 feriti. Si tratta di numeri che vengono fuori dal report appena pubblicato dagli uffici comunali. Rispetto al 2017 sono diminuiti sia il numero degli incidenti (passati da 2.169 a 2.044, -5,8%) che il numero dei feriti (da 2.977 a 2.787, -6,4%). Nel 2018 sono sensibilmente diminuiti anche i morti: le persone decedute sono infatti passate da 27 a 20, con una diminuzione del 25,9% (lo scorso anno si era invece registrato un aumento dell’8%).

"Allargando l’analisi al decennio 2008-2018 - si legge nel report del Comune - nel 2018 si conferma il trend decrescente del numero di incidenti stradali e del numero di feriti. Dal 2008 al 2018 il numero degli incidenti è diminuito del 21,9% e quello dei feriti del 22%. Più contrastato l’andamento del numero dei decessi, che manifesta forti oscillazioni dovute al basso numero di eventi luttuosi". 

Rapportando il numero degli incidenti stradali alla popolazione residente, si ottiene il tasso di incidentalità stradale, che consente di porre a confronto la sicurezza delle strade nelle diverse città a prescindere dalla dimensione demografica. Così, possiamo rilevare che a Palermo, nel 2018, si sono registrati 307 incidenti stradali con lesioni a persone ogni 100 mila abitanti, valore superiore rispetto alla media nazionale (285,2) ma fra i più bassi fra quelli registrati nelle grandi città italiane. Le città con il tasso di incidentalità più elevato sono Genova (717,4 incidenti ogni 100 mila abitanti), Firenze (657,0) e Milano (621,5). Le città con il tasso più basso sono invece Palermo, Venezia (251,4) e Napoli (239).

Sempre nel 2018, a Palermo si sono registrati 418,5 feriti ogni 100 mila abitanti, anche in questo caso valore più elevato della media nazionale (401,5) ma più basso della maggior parte delle città italiane. Le città con il maggior numero di feriti per 100 mila abitanti sono Genova, con un tasso più che doppio rispetto a Palermo (895,4), Milano (810,5) e Firenze (798,4). Le città con il tasso più basso sono invece, oltre a Palermo, Venezia (337,3) e Napoli (327,4). La città in cui nel 2018 è maggiormente aumentato il numero di feriti ogni 100 mila abitanti è Catania (+12,2%), mentre la città in cui si è registrata la diminuzione più forte è Roma (-7,5%).

Infine, il tasso di mortalità degli incidenti stradali è risultato a Palermo nel 2018 pari a 3 morti ogni 100 mila abitanti, valore sensibilmente inferiore rispetto alla media nazionale (5,5), e in sensibile diminuzione rispetto al 2017 (-25,4%). Le città con il tasso di mortalità più elevato sono Genova (11,7 morti ogni 100 mila abitanti, valore fortemente influenzato dal disastro del ponte Morandi), Bologna (6,4) e Roma (5,0). Le città con il tasso più basso sono invece Palermo, Messina (3,0 per entrambe le città siciliane) e Venezia (2,3).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Stress? Rabbia? Arriva a Palermo la Rage Room, la stanza dove puoi spaccare tutto

Torna su
PalermoToday è in caricamento