L'incidente mortale a Brancaccio, un testimone: "Scena straziante"

Annamaria La Mantia e la figlia Angela Merenda stavano attraversando la strada, in via Fichidindia, quando sono state travolte da un'auto che non si è fermata a prestare soccorso. Le donne erano appena uscite dalla chiesa. Il racconto choc del parroco

Via Fichidindia - foto archivio

"Il numero delle vittime poteva essere più alto. Diverse persone sono riuscite a evitare di essere investite dall'auto che procedeva a forte velocità. E' stato davvero terribile". A parlare è Giovanni Orlando, pastore della Chiesa Evangelica Cristina "Dio con Noi" di via Fichidindia a poca distanza dal luogo in cui due donne sono state travolte e uccise, la scorsa notte, da un pirata della strada. Annamaria La Mantia e la figlia Angela Merenda stavano attraversando la strada quando è sopraggiunta una Fiat Punto. L'impatto è stato molto violento e ogni tentativo di soccorrere le due donne è stato vano.

Brancaccio, auto investe due donne e fugge: morte madre e figlia

"Un gruppo di persone stava attraversando la strada - racconta all'Ansa Orlando - Io ero dentro che stavo sistemando la chiesa dopo lo studio biblico fatto insieme ai fratelli e alle sorelle. Sono stato chiamato d'urgenza. La scena che si è presentata è stata straziante. L'impatto è stato in un punto, i corpi delle donne erano a quindici metri. Annamaria La Mantia era invalida e camminava con il bastone. La figlia la sorreggeva. Per questo sono state colpite. L'auto le ha prese in pieno. La nostra comunità ha perso due donne eccezionali che amavano Dio e la loro famiglia. Due donne sempre sorridenti che aiutavano tutti. Un vero dramma". 

La vettura è stata ritrovata poco dopo dai carabinieri, che indagano sull'episodio con la polizia municipale. Il proprietario è stato rintracciato e ora si trova nella caserma dei carabinieri del nucleo radiomobile per essere interrogato. Nel frattempo sull'auto sono in corso i rilievi della Scientifica.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento