Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

Il 32enne era seduto in auto accanto alla sua compagna, ora ricoverata a Villa Sofia. I due da tempo condividevano anche il lavoro: durante gli eventi lui si occupava della musica, lei delle fotografie. Stavano insieme da più di 10 anni e da due convivevano

Antonio Vassallo

Feste, compleanni, serate in discoteca. Erano queste le occasioni in cui Antonio Vassallo, il 32enne morto questa notte dopo un tragico incidente in Favorita, si sentiva a suo agio ed esprimeva tutta la sua creatività. Da 6 anni aveva intrapreso questa carriera, una passione condivisa con la sua compagna di vita con cui ormai conviveva. Alla guida dell’auto che si è schiantata contro un albero in viale Diana c’era lei, la 29enne Simona, ora ricoverata e in prognosi riservata a Villa Sofia, che durante gli stessi eventi svolgeva l’attività di fotografa.

Scorgendo la pagina Facebook di “Antonio Vassallo dj official” si possono ripercorrere alcune tappe della sua vita da disk jockey. Grazie al suo lavoro era riuscito a ritagliarsi uno spazio per esprimere il suo entusiasmo da una parte all’altra della provincia, spingendosi in alcune occasioni anche fuori dalla Sicilia, cercando nel tempo di imparare sempre qualcosa di nuovo da offrire. Come la “balloon’s art”: Antonio aveva infatti imparato a realizzare composizioni con i palloncini colorati da utilizzare alle feste di compleanno, di laurea o per comunioni e anniversari.

Negli ultimi giorni Antonio e la 29enne, sua compagna da più di 10 anni, avevano collaborato alla “Fiera sposi" organizzata alla Fiera del mediterraneo. Stanotte stavano tornando proprio da quella zona ed erano diretti a casa. Lungo il tragitto però qualcosa è andato storto e la Fiat Punto sulla quale viaggiavano, guidata dalla ragazza, si è schiantata contro un albero in viale Diana, dalle parti del cancello Giusino. Un impatto molto violento che non ha lasciato scampo al giovane.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, impegnati ad estrarre la coppia dalle lamiere accartocciate dell’auto, i sanitari del 118 e il personale dell’Infortunistica per i rilievi. Saranno gli agenti della polizia municipale a chiarire cosa sia accaduto durante la notte. I primi accertamenti avrebbero escluso la presenza di tracce di frenata e il coinvolgimento di altri mezzi.

Numerosi i messaggi di cordoglio apparsi sui social. “Amico mio tutto potevo immaginare ma mai di ricevere una notizia come questa”, scrive un amico sul profilo Facebook di Antonino. “Non potevano svegliarmi dandomi notizia più brutta. Antonio, ma perché amico mio, perché? Riposa in pace”, commenta un altro giovane. “Riposa in pace amico mio non potevo ricevere notizia più brutta, rimarrai il mio miglior dj”, aggiunge un altro. “Ho visto la foto dell’incidente. Allucinante, come si fa a morire così giovane? Condoglianze alla famiglia, preghiamo per la fidanzata”, scrive ancora un ragazzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • Coronavirus, gli spostamenti della turista bergamasca: "Ha girato per Palermo, indagini su dove è stata"

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus a Palermo, i contagiati tra i turisti bergamaschi salgono a tre

  • Coronavirus, Musumeci: "Sospensione lezioni nelle scuole di Palermo e provincia"

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

Torna su
PalermoToday è in caricamento