L'incidente di Bellolampo, Danisinni in lacrime per Paolo e Maria: "Erano amati da tutti"

I due giovani, genitori di una bambina di 4 anni, hanno perso la vita sulla strada provinciale: si trovavano a bordo della loro Suzuki Gsx-R quando sono finiti in una scarpata. Il padre di lui in una recente foto dell'ultima moto: "Tesoro mio, cammina piano"

Paolo, Maria e la loro piccola bambina

Nelle loro pagine social, come tanti coetanei, raccontavano la loro vita scandendola con foto e dichiarazioni d’amore. Lo stesso amore che sei anni fa li ha portati all’altare e, due anni dopo, a dare alla luce un piccolo “angelo” dai capelli biondi. Poi la tragedia a bordo della Suzuki Gsx-R che Paolo Francesco Filippone (26 anni) aveva comprato qualche mese fa e con la quale, ieri, era andato a fare l’ennesima passeggiata con la moglie Maria Messina (25 anni). 

L’incidente è avvenuto intorno alle 16.30. Per cause ancora da accertare il giovane avrebbe perso il controllo della sua moto sulla strada statale 5351 per poi finire in una scarpata nella zona di Bellolampo. Nonostante l’intervento dei soccorritori, però, per loro non c’è stato nulla da fare. Sul posto i carabinieri, i vigili del fuoco, il personale sanitario del 118 e il medico legale intervenuti per effettuare l’ispezione cadaverica.

Incidente a Bellolampo, morti marito e moglie

La giovane coppia di sposi aveva da poco cambiato casa trasferendosi tra la zona di via Cipressi e il rione Danisinni. Lui lavorava al Parking Tumminello di via Nicolò Garzilli, mentre lei si occupava delle faccende domestiche e soprattutto della crescita e dell'educazione della loro bambina. E alla prima occasione salivano in sella alla moto per esplorare la città e la provincia. Proprio dopo l'acquisto dell'ultima moto il padre di Paolo (in basso il suo ultimo tatuaggio), che aveva pubblicato l'ennesima foto del suo gioiellino a due ruote, commentava: "Tesoro mio, cammina piano".

tatuaggio paolo filippone-2

Vicino alla loro abitazione si trova la sede dell’associazione Centro Tau, i cui responsabili hanno voluto dedicare loro un ultimo messaggio: "Due giovani che abbiamo visto nascere, crescere, sposarsi e diventare genitori non ci sono più, sono 'volati in cielo' con la loro moto. Due giovani che venivano da due famiglie impegnate nel quartiere per migliorarlo, due giovani solari, amati da tutti, non solo dalle loro famiglie. Li affidiamo alla tenerezza, alla misericordia e all'Amore di Dio - concludono - e nel profondo dolore chiediamo Pace per quanti piangono".

I due frequentavano la parrocchia di Sant’Agnese dove il padre di Paolo, uno dei frati più impegnati nella confraternita "Gesù, Maria e Giuseppe", si spendeva per la crescita del quartiere. Proprio in quella chiesa fra Mauro Billetta, o nella chiesa dei Cappuccini, dovrebbe celebrare i funerali della coppia di giovani sposi. Intanto proseguono le indagini delle forze dell'ordine per ricostruire con esattezza la dinamica dell'incidente nel quale sembrerebbe che non siano stati coinvolti altri mezzi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento