Fugge dalla polizia e si schianta contro un'auto: ferite due donne e una bambina di 9 anni

Un giovane stava scappando a bordo di una Panda dopo un furto al mercatino di via dell'Airone. In via Villagrazia lo scontro con una vettura dove a bordo c'erano la piccola, la madre e la nonna. Il ladro è stato fermato e portato in commissariato

Le due auto dopo lo scontro in via Villagrazia

Una volante a sirene spiegate, una Panda in fuga dopo un furto al mercatino e poi un violento scontro in cui sono rimaste ferite una bambina di 9 anni, la madre e la nonna. Scene da film poliziesco questa mattina in via Villagrazia dove le volanti stavano inseguendo un’auto che si stava allontanando a gran velocità dal mercatino di via dell’Airone, a Falsomiele. Un giovane di 19 anni è stato fermato e portato in commissariato per accertamenti. Dopo qualche ora è stato arrestato per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

“Uno era inseguito dalla polizia - spiega a PalermoToday una donna di 43 anni, una delle tre vittime dell’incidente - e ci ha preso in pieno. Si è fatta male mia madre e anche la bambina. La macchina è distrutta”. Dopo il violento impatto sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno prestato i primi soccorsi. La piccola, di 9 anni, è stata portata all’Ospedale dei bambini dopo aver battuto la testa. La madre e la nonna (74 anni) invece sono state portate al Policlinico con un'ambulanza.

Il furto al mercatino, poi lo schianto | VIDEO

Subito dopo lo scontro gli agenti di polizia sono riusciti a bloccare il fuggitivo. Secondo una prima ricostruzione a bordo c’erano inizalmente tre uomini che avevano pianificato un furto vicino al mercato rionale. Non è chiaro se nel mirino ci fosse una Smart parcheggiata o qualcosa di valore custodita al suo interno che aveva attirato l’attenzione dei ladri. Qualcuno però li avrebbe messi in fuga, chiamando la polizia e dando il via al folle inseguimento.

Sembrerebbe che due delle tre persone che si trovavano sulla Fiat Panda siano riuscite a scappare a piedi percorrendo un viale che collega via dell’Airone a via Villagrazia. Uno solo dei tre componenti della banda è stato catturato e portato negli uffici della Questura per essere identificato. Da accertare anche se l’auto utilizzata per scappare fosse rubata e se il furto sia stato messo a segno. Investigatori al lavoro per rintracciare i due complici.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)

  • Avatar anonimo di Dipendente reggionale
    Dipendente reggionale

    Cosazze inutili vero

  • Sino a quando non ci sarà una forma di ribellione sociale tipo il. Giustiziere dellanotte la politica è la giustizia non prenderanno mai sul serio il tema della criminalità... Secondo voi potevano morire pedoni innocenti e altro.... Chi agisce così non ha rispetto della vita altrui... Allora non mi spiego il perche questi assassini hammo la scelta del rito abbreviato.... Mentre x questi è altri reati non andrebbe messo.... Ma lavori con catene ai piedi lungo le vie della cjtta come monito x chi vuole copiarli... Vergogna una bambina e un anziana stavate uccidendo.... Adesso il vostro grande avvocato vi tirerà fuori.. Tanto questo paese difende criminali e non cittadini

  • sono solo ladri delinquenti!!!

  • Chiedetevi un ‘altra cosa amici lettori : e se durante quell’inseguimento fossero state le forze dell’ordine a ferire i poveri malcapitati? Credo che bisogna essere molto più duri nel valutare un reato da chi scappa per la giustizia rispetto a chi pur di farla rispettare commetta un errore nella guida . La platea che commenta deve ricordarsi di ciò anche quando succede il contrario . Per chi scappa dopo aver fatto reato x e per scappare dalla legge ne fa uno più grave mi auguro che abbia il massimo della pena

    • Un operatore di polizia non può causare tale accadimento per acciuffare tre morti di fame e sciacalli. Esistono delle regole...

  • Pubblicate immediatamente la fotografia di questo indegno. e prossimamente dei due complici.

  • Avatar anonimo di salvatore
    salvatore

    I delinquenti ormai non temono più nulla,il mondo è loro.  Caspita la Pandina quanto è robusta, rispetto all'altra auto non si è fatta quasi nulla. 

  • Avatar anonimo di Fabrizio
    Fabrizio

    Capisco che ci si senta indifesi e più che giustizia, si chieda giustizialismo. Ma se i delinquenti, si aspettassero delle ripercussioni fisiche o psicologiche pesanti, avrebbero meno remore ad usare più violenza. Tanto, per perso e perso, cercherebbero la fuga ad ogni costo. Invece, bisogna chiedere certezza della pena, scontata in carcere. Si assicurino nuove carceri, si adeguino le forze dell'ordine e di sicurezza penitenziaria, adeguandone stipendi, preparazione e strumenti.p

  • Pene pesanti... Tipo America in catena vestiti di rosa. E spazzare è zappare terre..... No questa giustizia che tutela carnefice e limita vittime e forze Dell ordine perché appena cj Fannu un ciunnuni a sti skafazzatti vogliono pure giustizia...

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    In questi casi i primi ind..... sono i poliziotti che non fanno il giusto da fare, cioè?? Arrivati in questura adoperare il manganello è uno straccio bagnato.

    • una volta era così, adesso fine perché rischiano una bella denuncia e poi pagare pure l'arrsstato.

  • Avatar anonimo di Dario
    Dario

    CoYoNe...

  • Avatar anonimo di Tony x
    Tony x

    Scassateli voi.il giudice li liberera' subito.

Notizie di oggi

  • Politica

    Ecoambiente dal primo giugno lascia Bellolampo: tutti i servizi passano alla Rap

  • Cronaca

    Anello ferroviario, ultimatum di Rfi a Tecnis: "Un mese di tempo per riprendere i lavori"

  • Cronaca

    Bagheria, medico del pronto soccorso denuncia: "Aggredito dal padre di una paziente"

  • Cronaca

    Tenta furto in un supermercato in via Messina Marine: banda del buco in arresto

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Travolto da una moto in via Notarbartolo: il cuore si ferma, salvato da due passanti

  • La droga "calabrese" venduta a Palermo, i nomi degli arrestati

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • "Paga o ti faccio chiudere il cantiere": ma lui si ribella e fa arrestare uno dei Graviano

Torna su
PalermoToday è in caricamento