Natale tragico: turista russo falciato e ucciso da un'auto alla Favorita

La vittima è un trentenne: era a piedi e stava camminando verso il centro città con la moglie, quando è stato travolto da un anziano automobilista. Sul posto è intervenuta la polizia, strada chiusa

I soccorsi dopo l'incidente mortale alla Favorita

Era a Palermo in vacanza e a Palermo ha trovato la morte. Natale tragico per un turista russo di 30 anni, Sergey Mankovsky, falciato e ucciso da un anziano automobilista alla Favorita. La vittima era insieme alla moglie. I due si trovavano a Mondello e per rientrare in centro avevano deciso di prendere un autobus. Ma visto che il mezzo tardava ad arrivare, i due russi si sono incamminati a piedi.

Proprio quando erano arrivati a poche decine di metri da via Case Rocca, un'auto - si tratta di una Fiat 600 - guidata da un novantenne ha travolto il turista russo, che stava camminando dietro la moglie. Un impatto violento che non gli ha lasciato scampo. E' successo intorno alle 17.30. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno praticato un massaggio cardiaco al turista. Ma i soccorsi sono risultati vani. 

La donna - una 29enne - rimasta sotto shock - non ha riportato ferite. Dopo l'intervento della polizia, è stato inviato sul posto un interprete che ha ascoltato la ricostruzione della turista russa. La strada è stata temporaneamente chiusa. Profondamente turbato l'automobilista, che è comunque rimasto illeso.

Spaesata, incredula, pietrificata dal dolore e per l'episodio appena vissuto: la polizia muncipale si è subito prodigata per la moglie della vittima che qui a Palermo si è vista sgretolare il suo presente. Rimasta sola, pscologicamente distrutta, la donna tremava come una foglia: i vigili si occuperanno di lei. La accompagneranno all'hotel Garibaldi, l'albergo in cui alloggiavano i due russi, e domani mattina la porteranno alla camera mortuaria per stare vicino al marito. Gli agenti della polizia municipale si sono messi a disposizione anche per risolvere i problemi burocratici per la questione relativa al rientro della salma in Russia (domani il consolato è chiuso).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

Torna su
PalermoToday è in caricamento