Incidente a Partinico, frontale tra un'auto e uno scooter (rubato): grave un sedicenne

L'impatto venerdì sulla statale 113. Il giovane si trovava con un amico, più piccolo di un anno, in sella a un Piaggio Beverly di cui era stato denunciato il furto poche ore prima. Indagano i carabinieri

Le forze dell'ordine dopo l'incidente sulla statale 113 - foto PartinicoLive.it

Sedicenne in gravi condizioni dopo lo schianto a bordo di uno scooter poi risultato rubato. Si trova ricoverato all’ospedale Villa Sofia il giovane protagonista, insieme a un amico di 15 anni, dell’incidente avvenuto intorno alle ore 20 di venerdì scorso lungo la statale 113, nei pressi dell’azienda vinicola Cusumano di Partinico. Per cause ancora da accertare si sono scontrati frontalmente con una Renault Megane che proveniva dalla direzione opposta.

A seguito del violento incidente, segnalato alle forze dell'ordine da alcuni passanti, sul posto sono intervenuti i carabinieri e i sanitari del 118 che hanno prestato le prime cure ai due giovani. Nel corso dei rilievi i militari si sono accorti che il Piaggio Beverly sul cui viaggiavano era lo stesso per cui i dipendenti di una filiale delle Poste di Partinico avevano sporto denuncia per un furto qualche ora prima. Motivo per cui i due ragazzi sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per il reato di ricettazione.

Mentre il conducente della Megane - un impiegato 59enne - è rimasto illeso, il quindicenne che si trovava a bordo dello scooter insieme all'amico è stato ricoverato all’ospedale di Partinico per alcune ferite lacero-contuse e qualche lieve trauma. Sembrerebbe che al momento dell’impatto i due giovani non indossassero il casco protettivo. A destare preoccupazioni però sono le condizioni del sedicenne la cui prognosi resta ancora riservata.

Appena due giorni fa ha perso la vita un 44enne che stava percorrendo viale Regione siciliana, a Palermo, alla guida della sua Ducati Monster nera. Per cause ancora da accertare è caduto e ha sbattuto con violenza contro l'asfalto. Un impatto violentissimo che non gli ha lasciato scampo e avvenuto laddove anni prima, nel 2007, è morto un ragazzo di appena 19 anni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (16)

  • Avatar anonimo di Klauss
    Klauss

    Quindi mi pare di capire dalla maggior parte di commenti, che in quanto delinquentelli in erba meritavano di morire nell incidente...rabbrividisco

  • Forse nell'articolo c'è qualche notizia non esatta. Non mi sembra che si trovi a Villa Sofia, ma sia stato portato al Civico di Palermo dove vari professionisti hanno lavorato tutta la notte!

    • Si anche perché a Villa sofia ci restava

      • Applauso! Battutona!

  • Peccato...l’uomo morto qualche giorno fa possibilmente era onesto...questi due invece...Spero possano riprendersi e capire come cambiare in meglio

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    Se i due mezzi sono regolarmente assicurati, la parte lesa verrà risarcita anche sé il mezzo risulta rubato.

    • Chi sarebbe la parte lesa in questo caso?

      • Forse l'automobilista... forse.

  • ... il quindicenne che si trovava in sella al suo amico????

  • Ops.....grave il conducente

  • E adesso chi pagherà?

    • Nessuno ! A questa gentaglia non deve entrare nemmeno un centesimo

  • Motore rubato , senza casco , gioventù bruciata .. sinceramente non me ne frega nulla mi dispiace

  • E che fa, dobbiamo piangerlo? Prima ruba un motore e poi si schianta contro una macchina. Certo, è causa di servizio. Occorre la pensione di invalidità

    • Non è detto che il furto sia stato messo in opera dal due soggetti in questione, anche se, presumibilmente, i fatti forniscono diversi spunti nel merito. L'unica cosa certa di tale vicenda è il degrado sociale che emergenze puntualmente e con caratteristiche quasi costanti nel tempo...

  • Bella gioventù che sta venendo fuori... Ma come diranno i parenti di questi due: tutti possiamo sbagliare nella vita e siamo tutti sotto lo stesso "c'elo"

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio a Pagliarelli, un sms sul cellulare per attirare Manzella nella trappola

  • Mafia

    Il tesoriere di Totò Riina ora è libero: Vito Palazzolo affidato in prova ai servizi sociali

  • Incidenti stradali

    Ci risiamo, incidente in via Roma: un altro pedone investito, è grave

  • Cronaca

    Ha investito e ucciso un uomo in via Roma, ventenne ai domiciliari per due mesi

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento