Paura in Cattedrale, con l’auto contro le barriere antisfondamento

Un ragazzo alla guida di una Fiat 500 XL, forse a causa di un malore, è finito contro uno dei jersey che proteggono l’area pedonale spingendolo solo avanti di pochi centimetri. Sul posto polizia municipale e 118

L'incidente in corso Vittorio Emanuele

Chi ha visto la scena parla di un’auto che si è fermata a pochi centimetri dalle barriere antisfondamento di corso Vittorio Emanuele, davanti alla Cattedrale, per poi spingerla per diversi metri e lasciando dietro di sé puzza di bruciato. E’ accaduto oggi pomeriggio nella parte più alta del Cassaro, dove sono intervenuti i sanitari del 118 e i vigili che presidiano l'accesso all'area pedonale. La persona al volante, un ragazzo di cui non si conoscono ancora le generalità, è stata soccorsa e portata in ospedale per accertamenti.

Secondo una prima ricostruzione sembra che l’automobilista, forse a causa di un malore, abbia perso il controllo della sua Fiat 500 XL con cambio automatico. L’auto, dotata di frenata automatica d’emergenza, avrebbe riconosciuto l’ostacolo rallentando la marcia e fermandosi definitivamente a pochi centimetri dalla barriera. L’automobilista - forse già privo di sensi - non sarebbe riuscito a togliere il piede dai pedali, spostando il jersey di pochi centimetri. Decisivo l'intervento di un vigile urbano che è riuscito a introdursi nell'abitacolo e togliere le chiavi di accensione. Soltanto così l'auto ha finito la sua corsa contro le barriere.

“Ho visto solo l’ultima fase dell’incidente - racconta a PalermoToday un testimone - e ho sentito una forte puzza di bruciato. Non mi è sembrato che fossero altri mezzi coinvolti”. Pochi minuti dopo, allertati da passanti e residenti, sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118 che ha portato il giovane automobilista in ospedale per accertamenti. Toccherà agli agenti della polizia municipale cercare di chiarire quanto accaduto.

"La prontezza dei vigili urbani ha evitato il peggio - spiega all'Adnkronos il comandante dei vigili urbani, Gabriele Marchese - i vigili stanno lì per garantire la sicurezza dei  cittadini e non sono lì solo per sanzionare le persone ma per assicurare che tutto vada bene. Ecco perché il cittadino dovrebbe  'coccolarlo' perché la polizia municipale svolge una funzione che va al di là della caccia alla multa, fa quello che è giusto fare. E ieri sera lo abbiamo dimostrato".
 

corso vittorio emanuele 2-2-3

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Forse bisogna essere più precisi , sono stata testimone dell’accaduto non è stato un incidente , merito ai vigili che con solerzia e prontezza sono riusciti a togliere le chiavi e fermare il Signore in questione altrimenti era strage . È riuscito a spostare in new jersey colpendolo più volte

  • Quanti malori tra gli automobilisti...

  • può succedere a chiunque.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lacrime e silenzio per il funerale di Giovanni Romano: "Quel messaggio senza risposta di domenica notte"

  • Cronaca

    Incidente a San Giuseppe Jato, si ribalta con la Smart: morto sessantenne

  • Cronaca

    Sperone, pugno in faccia al controllore del tram: 18enne preso dopo 9 giorni

  • Cronaca

    La banda di palermitani che coltivava droga a Poggioreale: scattano 5 condanne

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, camion travolge auto: morto un magistrato

  • Video porno con ragazzine dietro la scomparsa: "Maiorana morti per i ricatti che il padre organizzava"

  • Il migliore cardiochirurgo del mondo? Lavora a Villa Sofia: "Così ha salvato una donna"

  • Giovanni e una vita tra toga, famiglia e pallone: "Magistrato di spessore, uomo serio e preparato"

  • La nuova mafia a Palermo, ecco chi comanda: "Quindici mandamenti gestiti da 81 famiglie"

  • Ripetitore sospetto vicino casa del presidente Mattarella, indaga la Procura

Torna su
PalermoToday è in caricamento