Tragedia sfiorata per direttrice d’orchestra: "Auto a fuoco, viva grazie a 3 ragazzi rom"

Incidente per Maria Luisa Macellaro La Franca, 39 anni, compositrice e concertista palermitana, che ha raccontato così i suoi momenti da incubo: "Stavamo tornando dall'aeroporto quando abbiamo sentito uno scoppio. Pensavo che mia figlia fosse morta"

Maria Luisa Macellaro La Franca

"Stavamo uscendo in macchina dall'aeroporto quando abbiamo avuto un incidente e la macchina ha quasi preso fuoco, siamo vivi grazie a tre ragazzi Rom che ci hanno salvato la vita". A parlare è Maria Luisa Macellaro La Franca, 39 anni, palermitana, compositrice e concertista, che è tra le rare direttrici d’orchestra italiane. Martedì sera è stata protagonista di un incidente mentre rientrava dall'aeroporto di Roma. Nella Capitale aveva presentato insieme a Corrado Augias un libro scritto con altri 58 autori all’Ambasciata francese, in presenza di ministri giornalisti e ambasciatori italiani e francesi.

"Abbiamo acceso la macchina, poi abbiamo sentito uno strano scoppio nel motore, ma pensavamo che fosse stato causato da un oggetto in strada - ha raccontato a Enzo Bonsangue di RosaneroLive.it -. "A un certo punto l’auto non rispondeva più, ed il fumo aveva già invaso l’abitacolo… Giunti a una stazione di servizio siamo riusciti a frenare ma non a spegnere la macchina, mia figlia era semisvenuta dietro, abbiamo sganciato le cinture, io sono uscita per prima, ma il fumo ormai aveva invaso tutta la stazione. Ci trovavamo vicini alle pompe di benzina. È stato il panico. Gente che fuggiva, non si vedeva nulla, un fumo bianco grigio molto fitto invadeva tutto il perimetro.

Momenti di totale panico. "Mia figlia non riuscivo più a vederla - ha continuato a raccontare a RosaneroLive.it - Sono riuscita ad aprire lo sportello e l’ho tirata fuori, correndo non so dove, l’ho “buttata” per terra e sono tornata indietro per capire perché mio marito non reagiva. Era rimasto dentro, stordito dal fumo e non rispondeva. A quel punto, sentite le mie urla, tre ragazzi rom sono arrivati come degli angeli. Hanno aperto lo sportello della macchina. In due hanno uscito fuori mio marito, sotto choc, mentre l’altro ha ingranato la terza marcia, che ha salvato tutti dall’esplosione imminente, in quanto solo così è riuscito a spegnere il motore. Non si spegneva nemmeno dopo aver tolto la chiave”.

Poi i tre ragazzi si sono accorti che stavano per arrivare i vigili del fuoco e si sono dileguati. Una volta scampato il pericolo Maria Luisa Macellaro La Franca ha scritto su Facebook: "Non so neanche il nome di questi ragazzi rom che ci hanno salvato la vita. Non so neanche come ringraziarli. Ho pensato che mia figlia fosse morta. Non so se riuscirò a dimenticare quello che è successo. Penso a quei tre angeli: volevo dirgli grazie "

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli spostamenti della turista bergamasca: "Ha girato per Palermo, indagini su dove è stata"

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus a Palermo, i contagiati tra i turisti bergamaschi salgono a tre

  • Coronavirus, Musumeci: "Sospensione lezioni nelle scuole di Palermo e provincia"

  • Incidente in autostrada a Tommaso Natale, morto un automobilista

Torna su
PalermoToday è in caricamento