Tragedia aerea in Etiopia, al Comune bandiere a mezz'asta per ricordare Tusa

Lunedì 10 giugno nei palazzi comunali di Palermo verrà commemorato l'assessore ai Beni culturali morto il 10 marzo scorso

Sebastiano Tusa

Bandiere a mezz'asta lunedì 10 giugno in tutti i palazzi comunali di Palermo per commemorare l'assessore ai Beni culturali Sebastiano Tusa disperso il 10 marzo nell'incidente aereo in Etiopia. A deciderlo è stato il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. L'amministrazione comunale parteciperà alle iniziative promosse dalla Regione siciliana che, su decisione del governatore Nello Musumeci, ha disposto infatti le bandiere a mezz'asta negli uffici centrali e periferici della Regione, in segno di lutto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alle 17, in Cattedrale si terrà una messa di suffragio, celebrata dall’arcivescovo Corrado Lorefice. A seguire, nel Palazzo d’Orleans, sono previsti gli interventi commemorativi del governatore Nello Musumeci, del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, del rettore dell’Università Fabrizio Micari, dello scrittore Valerio Massimo Manfredi e della giornalista Donatella Bianchi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

Torna su
PalermoToday è in caricamento