Pannoloni d'oro: arrestato Cirignotta, ex manager dell'Asp

L'operazione dei carabinieri fa seguito alla denuncia risalente a un anno fa da parte del governatore Crocetta. L'indagine riguarda la fornitura agli ospedali materiale sanitario per oltre 40 milioni di euro

Salvatore Cirignotta

Salvatore Cirignotta, l'ex manager dell'Asp, è stato arrestato questa mattina con l'accusa di turbativa d'asta. Era stato iscritto nel registro degli indagati il primo febbraio 2013 nell'ambito dell'inchiesta su un presunto tentativo di turbativa d'asta denunciato dal governatore siciliano Rosario Crocetta su una gara per la fornitura di materiale sanitario bandita dall'azienda sanitaria. L'indagine, nello specifico, riguardava la fornitura agli ospedali di pannoloni e altro materiale sanitario per oltre 40 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: MESSINEO: "PRESSIONI SU COMMISSIONE" - VIDEO

La turbativa della gara sarebbe stata scoperta da un funzionario dell'Asp aggredito nel gennaio 2013 sotto l'ufficio e derubato della borsa in cui aveva documenti sulla vicenda. La turbativa sarebbe stata commessa quando la gara era ormai giunta alla fase esecutiva, cioè al momento dell'apertura delle buste con le offerte.

Proprio un anno fa Rosario Crocetta gli aveva revocato l’incarico assegnando il ruolo di commissario ad Adalberto Battaglia, ex giudice del Tribunale per i minorenni e presidente di sezione di Corte d’Appello a Palermo. “Cado dalle nuvole - disse in un primo momento Cirignotta - non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale. Verificherò l'attendibilità di queste voci che mi sono state riferite".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento