Pulmini per disabili incendiati a Partinico, privati e istituzioni si mobilitano: "Il servizio non sarà interrotto"

Ignoti hanno reso inutilizzabili i mezzi impiegati per accompagnare a scuola i ragazzi con disabilità. L'Ast mette a disposizione due bus, altri 3 arrivano dalla Croce Rossa. Fondi anche da parte dell'Ars

Uno dei mezzi bruciati

Niente divisioni, per una volta, ma un fronte comune per aiutare i più deboli. La politica reagisce così a quanto accaduto nei giorni scorsi a Partinico, dove i mezzi usati dal Comune per il trasporto a scuola degli alunni disabili sono stati incendiati. Il presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè, si è recato nel paese alle porte di Palermo e ha garantito che l'Assemblea regionale contribuirà economicamente alle spese necessarie per far tornare a scuola, già dal 7 gennaio, gli studenti e ripristinare il servizio. Decisione supportata dai vicepresidenti del Parlamento siciliano, Roberto Di Mauro e Giancarlo Cancelleri.

Partinico, incendiati due pulmini per disabili: "Solo i vigliacchi colpiscono i più deboli"

de luca micciche pennino-2“La politica ha il dovere di stringersi attorno al Comune di Partinico per far comprendere agli autori di questo vile gesto che ci troveranno uniti contro di loro. La disgregazione della politica sarebbe un errore gravissimo - ha spiegato Miccichè (nella foto con il sindaco De Luca e l'assessore Pennino)- . Quello dell’Ars non è solo un gesto di generosità ma un segnale politico che vede unito tutto il Consiglio di Presidenza a cominciare dai miei vice, Di Mauro e Cancelleri. Ho chiesto a tutte le forze politiche di blindarsi attorno all’Istituzione del Comune per far capire a questi delinquenti che lo Stato è schierato in maniera compatta contro di loro. Non ci batterete. Siamo uniti contro di voi”.

Appello raccolto da Eusebio Dali, vicepresidente dell’Ast e dirigente di Forza Italia: “Ciò che è accaduto a Partinico è gravissimo e non potevamo rimanere sordi all’appello del presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè, il quale ha invocato il massimo impegno della politica e di tutte le istituzioni. Per questo, l’Ast metterà a disposizione del Comune di Partinico i mezzi necessari per continuare ad assicurare il servizio, fino a quando lo stesso non si munirà nuovamente dei pulmini per i disabili. Voglio ringraziare il presidente Tafuri per la sua sensibilità e il direttore Fiduccia per la sua disponibilità nel ricercare una soluzione tra le maglie della maledetta burocrazia”. 

Il gesto di Miccichè segue quello del segretario regionale del Pd, Davide Faraone che ha lanciato una raccolta fondi per acquistare due nuovi mezzi e donarli al Comune di Partinico.

“La solidarietà trasversale delle istituzioni - dice il sindaco Maurizio De Luca - si è dimostrata più forte della violenza. Il prossimo 7 gennaio il piano sui servizi e sul trasporto di 47 bambini disabili partirà regolarmente. Partinico non è stata lasciata sola. Ringrazio tutti, dal profondo del cuore, a nome della mia comunità”.

“La Croce Rossa Italiana - spiega il primo cittadino - metterà a disposizione 3 pulmini per il trasporto disabili nella sua disponibilità, per far partire il servizio, in attesa dello stanziamento delle somme per l’acquisto di due nuovi mezzi per il Comune di Partinico. Il Consiglio di presidenza dell’Ars fornirà i fondi per comprare uno dei due minibus. La presidenza della Regione stanzierà un ulteriore contributo. Infine nei  prossimi giorni verrà aperto un conto corrente dedicato per raccogliere donazioni".

“Si tratta di 2 pulmini con pedana totalmente attrezzati e di un mezzo senza pedana per il trasporto dei bambini con disabilità psichica che non hanno problemi di deambulazione – aggiunge l’assessore ai Servizi Sociali Rosi Pennino. Il 2 gennaio, inoltre, il presidente della Croce Rossa di Palermo D’Agostino sarà a Partinico. Io invierò il fabbisogno, con tutto il piano di organizzazione che avevamo preparato per il trasporto disabili. Il 7 gennaio prossimo si parte. Le istituzioni hanno vinto, i cittadini hanno vinto, noi siamo in tanti, chi ha bruciato quei pulmini è rimasto isolato. Lunedì il Comune di Partinico aprirà un conto corrente dedicato per far confluire le donazioni volontarie promosse su iniziativa trasversale dal mondo politico e dalla società civile. La solidarietà ha abbattuto ogni steccato”.

Le reazioni

"Un brutto episodio che senza dubbio vede protagonisti vigliacchi che pur di sentirsi vivi, hanno pensato di bruciare i pullmini destinati al trasporto dei disabili -  commenta Vincenzo Figuccia deputato dell'Udc all'Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia - spero vengano presto identificati e puniti. La Partinico che conosco non ha nulla a che vedere con quanto accaduto e condanna il vile gesto". 

"L’incendio che ha distrutto i due bus per disabili di proprietà del Comune di Partinico è un atto ignobile e crudele. Piena solidarietà all'amministrazione comunale di Partinico e alla cittadinanza. Spero che le indagini portino quanto prima alla individuazione dei degli autori di tale gesto criminale", commenta Tony Rizzotto, deputato della Lega all'Ars, che esprime apprezzamento per l’assegnazione di un contributo straordinario al Comune che permetta di riattivare il servizio quanto prima.

“E’ molto importante che dopo l’Assemblea regionale siciliana e il suo presidente Gianfranco Miccichè, anche la Croce Rossa e l’Ast (Azienda siciliana trasporti) si siano schierati al fianco dell’amministrazione comunale di Partinico, mettendo a disposizione propri mezzi per il trasporto degli alunni disabili, incendiati nella notte tra venerdì e sabato”. Lo scrive in una nota il deputato nazionale di Forza Italia e componente dell’Ufficio di presidenza della Camera dei deputati, Francesco Scoma, che aggiunge: “La gara di solidarietà in soccorso del comune di Partinico, è un ottimo segnale per le persone perbene che possono essere rassicurate dalle istituzioni e dalla politica; pessimo segnale per chi, invece, continua a pensare che le intimidazioni siano il mezzo migliore per imporre la propria arroganza. Ma a Partinico gli anni bui non torneranno”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Quanta mobilitazione...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Via Ruggero Settimo si trasforma in un ring, quattro universitari aggrediti dal branco

  • Cronaca

    Raddoppio ferroviario, via ai lavori: "Entro il 2025 Palermo-Catania in treno in un'ora e 45 minuti"

  • Cronaca

    Lavori sulla A19, "inferno" di traffico dalla rotonda di via Oreto fino a Bagheria

  • Cronaca

    Auto in fiamme in corso Re Ruggero, traffico in tilt

I più letti della settimana

  • Tragedia al Villaggio, ragazza si suicida lanciandosi dal balcone

  • Scoperta loggia segreta che condizionava la politica: 27 arresti, c'è Francesco Cascio

  • Schiaffo al clan di San Lorenzo, 10 arresti: "Preso anche il re dello spaccio allo Zen"

  • Ragazza va in bagno, poi esce con le vene tagliate: paura in un bar in zona via Libertà

  • Scoperta loggia supersegreta, ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • La mafia di San Lorenzo non perdona, pagano tutti: dal lido di Isola al vivaio e l'Elenka

Torna su
PalermoToday è in caricamento