Due incendi nella notte, danneggiata agenzia funebre: "E' stata un'intimidazione"

Non hanno dubbi i titolari dell'attività che si trova a Casteldaccia. Qualcuno avrebbe sfondato la vetrina con un'auto per poi gettare del liquido infiammabile, appiccare il fuoco e scappare. Meno di un'ora dopo, a Bagheria, un'altra auto è stata divorata dalle fiamme. Si teme che fra i due episodi ci sia un collegamento

L'incendio a Casteldaccia (foto uStratunieddu.it)

Due incendi a distanza di meno di un’ora l’uno dall’altro e il sospetto che possa esserci un collegamento fra i due episodi. I vigili del fuoco e i carabinieri sono intervenuti nella notte, intorno a mezzanotte, per domare le fiamme divampate all’interno di Cs Servizi Funebri di piazza Matrice, a Casteldaccia.

Secondo una prima ricostruzione qualcuno avrebbe sfondato la vetrina dell’attività utilizzando un’auto, forse una Fiat Panda, per poi versare del liquido infiammabile e appiccare il rogo. Mentre le forze dell’ordine e gli uomini del 115 stanno terminando i rilievi, i titolari dell’attività sembrano non avere dubbi: “Si tratta di un incendio doloso”.

All’interno dell’agenzia funebre non ci sono telecamere di sicurezza, che sono invece installate nella piazza di Casteldaccia. “L’auto - continuano - è servita per aprire un varco ed è sicuramente la stessa incendiata poco dopo”. I gestori dell’attività si riferiscono al secondo incendio registrato nella notte, questa volta a Bagheria.

Altre due squadre dei vigili del fuoco sono infatti intervenute nel comune vicino, in via Carlo Alberto dalla Chiesa, dove le fiamme hanno distrutto una Fiat Panda parcheggiata all’incrocio con via Giorgio Vasari. Saranno le indagini a decretare definitivamente se i due episodi siano collegati o meno e se, dunque, si sia trattato di un episodio di intimidazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

Torna su
PalermoToday è in caricamento