Incendia casa con 12 persone dentro per punire ghanese: sfiorata strage, preso palermitano

E' successo nella zona di via Messina Marine: 35enne portato al Pagliarelli. Raid organizzato per "castigare" un uomo che si era immischiato durante lite con la compagna. Casa distrutta, solo per puro caso gli inquilini dell’appartamento sono riusciti a spegnere l’incendio prima di essere avvolti dalle fiamme

Incendia un appartamento con 12 persone dentro per punire un ghanese, colpevole solo di essersi intromesso in una discussione tra lui e la sua compagna. La polizia ha fermato il 35enne Francesco Imperiale, pregiudicato, perché ieri mattina insieme ad un complice avrebbe dato fuoco a un’abitazione nella zona di via Messina Marine.

Tutto è iniziato ieri mattina, quando è arrivata una chiamata alla sala operativa della polizia. "Un cittadino straniero - dicono dalla questura - segnalava in preda al panico che uomo era entrato nel suo appartamento lanciando una bottiglia piena di liquido infiammabile. In pochi secondi sono arrivati i poliziotti e vigili del fuoco, ma le fiamme erano state già domate dagli inquilini che erano stati svegliati. I mobili sono andati distrutti nel rogo". 

La tragedia è stata evitata solo grazie al fatto che uno dei 12 ghanesi all'interno era sveglio, e così ha potuto dare l’allarme svegliando così i suoi connazionali che tutti insieme hanno domato le fiamme. Le indagini avviate dagli  agenti della Squadra Mobile hanno poi permesso di ricostruire il movente.
"Infatti - dicono dalla polizia - grazie alla testimonianza di uno degli occupanti dell’appartamento che era riuscito a vedere in volto i due aggressori, i poliziotti sono riusciti a risalire all’identità di uno dei due uomini, Francesco Imperiale, perché si trattava di un pregiudicato".

"Il raid punitivo - spiegano dalla questura - sarebbe scattato per "castigare" un ghanese per essere intervenuto in una discussione animata tra Imperiale e la sua compagna. Quindi lil 35enne palermitano la mattina successiva - in compagnia di un complice - ha deciso di punire il gesto dell’uomo andando ad appiccare un incendio all’interno dell’abitazione: totalmente incurante del fatto che uno dei coinquilini gli si era fatto incontro, ha lanciato in casa una bottiglia incendiaria che non ha provocato una strage solo grazie al tempestivo intervento del testimone". Imperiale si trova in stato di fermo di indiziato di delitto di strage. L'uomo è stato portato al Pagliarelli. 

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento