"Hanno minacciato i miei figli", la denuncia dell'imprenditore antiracket Calì

Titolare della Calicar di Altavilla, l'imprenditore ha più volte ricevuto richieste estorsive e ha sempre denunciato. Una posizione "scomoda", che lo ha portato a subire nel tempo diverse intimidazioni

Gianluca Calì - Foto Facebook

"Oggi pomeriggio alle 16.50 circa, 2 persone sui 45 anni su una Mercedes recente scura con tutti i vetri oscurati compresi gli anteriori, all'uscita da scuola dei miei figli hanno avvicinato la baby sitter chiedendo con accento siciliano se fossero i figli di Calì e lei ha risposto, no i miei". E' la denuncia dell'imprenditore di Casteldaccia Gianluca Maria Calì.

L'episodio è stato reso noto anche su Facebook. "Sono profondamente scosso -  scrive Calì - ma sto facendo la doverosa denuncia e sono sempre fiducioso nelle istituzioni e nello Stato".

Titolare della Calicar di Altavilla, l'imprenditore ha più volte ricevuto richieste estorsive e ha sempre denunciato. Una posizione "scomoda", che lo ha portato a subire nel tempo diverse intimidazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

Torna su
PalermoToday è in caricamento