Helios Gnoffo è il miglior cuoco regionale d'Italia: la Sicilia vince la sfida finale

Lo chef palermitano ha battuto la collega Maria Elena Cicchi, rappresentante delle Marche nella trasmissione Cuochi d'Italia, condotta da Alessandro Borghese. Helios, titolare dell'Osteria Mercede, ha conquistato i giudici con la sua zuppa di pesce

Helios Gnoffo e Maria Elena Cicchi

Helios Gnoffo è il miglior cuoco regionale d'Italia. Lo chef palermitano, titolare dell'Osteria Mercede di via Pignatelli Aragona, ha vinto la sfida contro la collega Maria Elena Cicchi, di Ascoli, che ha portato le Marche in finale, insieme alla Sicilia, nella trasmissione "Cuochi d'Italia", condotta da Alessandro Borghese su Tv8.

“Sono molto felice di essere arrivata a questo punto - ha detto Maria Elena Cicchi- anche per la mia regione che è poco conosciuta ma ha molto da offrire, dal mare alla montagna”. La chef marchigiana ha cucinato un primo e un secondo della sua Regione, ravioli con ricotta al tartufo nero dei Monti sibillini e un fritto misto all'ascolana, conquistando un punteggio totale di 33 punti. Helios Gnoffo invece ha preparato, come primo piatto, le busiate alla trapanese con gambero di Mazara e , come secondo, una zuppa di pesce, menù che gli ha fatto guadagnare un punto in più dell'avversaria.

A conquistare la giuria, composta dagli chef Gennaro Esposito e Cristiano Tomei, in particolare è stata la sua zuppa di pesce. Tomei ha definito il piatto "emozionante dal punto di vista tecnico. Il succo e la cremolata alla Siciliana, poi, lo hanno reso da 10”. Anche lo chef Esposito ha dato al secondo il massimo punteggio possibile: “Il tuo piatto ora vola, ti dò 10”.

I 20 punti conquistati con la zuppa, sommati ai 14 punti ottenuti con la preparazione delle busiate, hanno portato Helios a quota 34 punti regalandogli la vittoria. Oltre al titolo di miglior cuoco regionale d'Italia, Helios ha vinto 10 mila euro. "Per realizzare un sogno - ha commentato lo chef palermitano su Facebook - c'è bisogno di molteplici fattori: tenacia, grinta, determinazione, ma soprattutto positività, quella che tutti voi indistintamente mi avete trasmesso facendomi realizzare il sogno di onorare la nostra Sicilia e portare in alto il nome di Palermo. W la nostra terra, W le nostre tradizioni e W Santa Rosalia!". 

Potrebbe interessarti

  • Pesciolini d'argento, piccoli ma così fastidiosi: come eliminarli dalle case palermitane

  • Al sole sì ma con il filtro giusto, cosa non deve (mai) contenere una crema solare

  • Che rumori, questa casa non è un inferno: come insonorizzare un'abitazione a Palermo

  • Addio pelle secca, cosa fare (e non) per scongiurarla anche con prodotti naturali

I più letti della settimana

  • Incidente in corso dei Mille, scontro fra un'auto e uno scooter: morto un giovane

  • Lo Stato vende 30 immobili in Sicilia, quattro le occasioni a Palermo e provincia  

  • Sferracavallo, stuprata mentre aspetta il treno per l'aeroporto: fermato diciannovenne

  • L'incidente di corso dei Mille, muore in ospedale anche il cugino di Montesano

  • Via Roma, mostra il dito medio alla polizia: arrestato dopo un parapiglia

  • Incidente sulla Palermo-Catania, si ribaltano due mezzi: una ferita

Torna su
PalermoToday è in caricamento