“Handicamp 2016", progetto del rotary e rotaract club Palermo Parco delle Madonie

Nei prossimi giorni avrà luogo il progetto "Handicamp", che coinvolgerà i soci del Club Rotaract insieme h24 a ragazzi, con lievi e medie disabilità provenienti da una comunità madonita. I rotarctiani trascorreranno del tempo con gli ospiti all'insegna della crescita e del divertimento.Il Progetto è stato fortemente voluto dal club Rotary club, e corrispondente Rotarct, Palermo Parco delle Madonie.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

I soci tutti dei Club Rotary Palermo Parco delle Madonie presideuto da Salvatore Fabio Guccione e Rotaract Palermo Parco delle Madonie presieduto da Marta Carbone, per l'anno sociale 2015/2016, hanno fortemente voluto rinnovare il loro impegno nella realizzazione di un progetto molto caro a tutto il Distretto Rotary e Rotaract 2110 Sicilia & Malta Rotary International e che per i Club suddetti quest'anno giunge alla terza edizione: il progetto Handicamp (letteralmente "Hand-in-camp"), "mani in campo", le stesse che i giovani ragazzi del Rotary mettono a servizio del prossimo e dei più bisognosi. Il progetto è sponsorizzato anche dal Distretto Rotaract 2110.

L'Handicamp si terrà dal 12 al 15 Maggio 2016, nel cuore delle Madonie, presso l'Agriturismo Tenuta Castagna a Gangi. Durante queste giornate i tutor rotaractiani si occuperanno h24 di ragazzi con lievi e medie disabilità provenienti da una comunità madonita. I bambini ed i ragazzi della comunità, che saranno nostri ospiti, impareranno ad affrontare le loro paure ed in qualche caso anche a superarle, i giovani tutor rotaractiani diverranno per loro dei veri e propri riferimenti di vita e degli esempi da seguire.

L'Handicamp è un microcosmo in cui si è tutti alla pari, un mondo in cui tutti si mettono in gioco ed in cui, grazie allo spirito di squadra che si viene a creare, veicolano emozioni e grandi insegnamenti.

Torna su
PalermoToday è in caricamento