Guasto alla cabina, si spengono 300 lampioni: al buio Brancaccio e Santa Maria di Gesù

Diverse strade nei due quartieri sono senza illuminazione, l'Amg: "Occorre manutenzione straordinaria". In via di risoluzione invece il guasto al circuito di Sferracavallo: operai al lavoro per sostituire un vecchio cavo e riaccendere 40 punti luci

Si è guastato l’interruttore generale della cabina di Santa Maria di Gesù che alimenta gli impianti di illuminazione della vasta zona compresa fra via Santa Maria di Gesù, via Conte Federico e via Giafar: rimangono spenti circa 300 punti luce nelle vie Giafar, Brancaccio, Panzera, Biondo, Brasca, Padre Carmelo, Ippolito Nievo, Maione da Bari, Benfratello, Azolino Hazon, Falsomiele, Santa Maria di Gesù, in piazza Bandi e in cortile Grigoli. "Sono già stati effettuati più tentativi di riparazione dell’apparecchiatura in manutenzione ordinaria - fanno sapere da Amg energia - ma il guasto è ingente. In questo momento la cabina è disattivata e se gli interventi in corso non saranno decisivi sarà necessario ricorrere ad attività di natura straordinaria per la sostituzione dell’interruttore, del tipo a volume d’olio ridotto, con altro di nuova tecnologia in quanto l’esistente, come molti attualmente in servizio nelle altre cabine, è fuori produzione".

Altra criticità a Mondello, nella zona compresa fra le vie Saline, Nuova Buffa, piazza Ulisse per la presenza di un guasto al regolatore della cabina di pubblica illuminazione Mater Dei. La riparazione è già stata programmata e si attende l’arrivo di componenti specifici per eseguire l’intervento: si tratta di macchinari e pezzi di ricambio ormai datati, più soggetti a guasti e ormai non facilmente reperibili sul mercato.

E’ iniziata in anticipo e procede, invece, la sostituzione di un vecchio cavo da parte dei tecnici di Amg Energia a Sferracavallo. "L'intervento - spiegano dall'azienda - consentirà di rimettere in funzione uno dei due circuiti di media tensione, per ora disattivato, e di riaccendere 40 punti luce. L’obiettivo è ripristinare l’impianto già all'inizio della prossima settimana. 

"I lavori - dichiara il presidente di Amg Energia, Mario Butera - sono iniziati a meno di quarantott’ore dall’arrivo della determina di autorizzazione da parte degli uffici comunali e fanno parte di un programma di interventi straordinari finanziati dalla Giunta comunale con 180 mila euro. L’avvio del cantiere era previsto per lunedì, ma ho chiesto il massimo sforzo per aprirlo in anticipo di qualche giorno. Vogliamo ridurre l’attesa dei residenti che già hanno vissuto un forte disagio per la disattivazione del circuito che non poteva più funzionare in sicurezza. Così procederemo anche per gli altri interventi. E’ questo - conclude Butera - il denominatore comune che caratterizza le nostre attività, nonostante le difficoltà dovute allo stato degli impianti, ormai datati”. 

La prossima settimana verrà avviato anche un altro intervento del programma per la riattivazione di un circuito e di 70 punti luce nella zona di viale Strasburgo-Maltese-Prezzolini e a seguire gli altri lavori in via Leoni, in corso Alberto Amedeo e in via Messina Marine (per i quali sono state richieste le ordinanze di autorizzazione agli scavi). Tra le attività di manutenzione ordinaria, gli operatori di Amg Energia hanno ultimato la riparazione di un guasto nella zona di via Imera-via Danisinni che ha richiesto l’esecuzione di scavi edili: torna in funzione il circuito primario Imera-Colonna Rotta e si riaccendono 82 punti luce. Ripristinata anche l’illuminazione di piazzale Lennon con la riparazione di un guasto di bassa tensione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Tragedia per una mamma palermitana: bimbo di 10 anni muore incastrato in un cassonetto per indumenti

  • L'incidente di Bonagia, lacrime a "Dallas": morto diciottenne

  • E' subito folla alla Vucciria, Taverna Azzurra quasi come in periodo "pre-Covid"

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento