Vicenda cancello, Giusto Catania: "Vi racconto tutta la verità"

Depositata denuncia alla Procura della Repubblica "per fuga di notizie e diffamazione"

E' stata depositata una denuncia alla Procura della Repubblica di Palermo affinché sia accertata la violazione di legge in merito alla fuga di notizie e all’esplicita volontà di diffamazione nei confronti di Giusto Catania sulla famigerata “vicenda del cancello”.  E' stato reso noto nel corso di una conferenza stampa da Giusto Catania e dall’avvocato Marco Manno.

Giusto Catania: "Vi racconto la verità in un video"

“Il mio è un atto d’amore nei confronti della città - ha dichiarato Catania - un gesto di rispetto per il lavoro della polizia municipale di Palermo e per gli organi di informazione che operano per accertare i reati e le notizie e non per fare sensazionalismo. Adesso mi sento libero di raccontare la verità dei fatti perché si è chiusa la vicenda amministrativa, che ha sancito irregolarità del cancello; si è chiusa l’indagine penale che è stata archiviata; e ieri ho denunciato alla magistratura abusi e reati”. 

Nel corso della conferenza stampa è stato presentato un video. “Chiediamo a tutti gli organi di informazione che hanno diffuso il filmato de Le Iene di fare la stessa cosa con questo documento, per rendere onore alla libertà di informazione e al diritto dei cittadini di essere informati. “Da oggi non parlerò più di questo cancello - ha concluso Catania - attendo di essere convocato da un magistrato.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento